Gozzi e Croci arrestati a Bruxelles
I due dirigenti della Duferco, società con sede a Lugano, sono finiti in manette ieri nell'ambito di un'inchiesta su un caso di corruzione in Congo
Redazione

Due alti dirigenti di Duferco, società siderurgica con sede a Lugano, sono stati arrestati ieri a Bruxelles.

Si tratta dell'amministratore delegato Antonio Gozzi e del suo collaboratore Massimo Croci.

La giustizia belga li sospetta di aver corrotto degli ufficiali nella Repubblica democratica del Congo al fine di ottenere degli appalti.

A darne notizia è stato lo stesso gruppo Duferco, che in un comunicato sostiene di aver appreso con stupore dell'arresto dei suoi due dirigenti.

La società con sede a Lugano afferma che Gozzi e Croci si erano espressamente recati a Bruxelles per rispondere all'invito del giudice d'istruzione a testimoniare nell'ambito di un'inchiesta su un caso di corruzione, per la quale è già stato arrestato il sindaco di Waterloo, Serge Kubla, lo scorso 24 febbraio. Duferco ritiene "inammissibile" il modo di fare pressione utilizzato dalla giustizia belga.

Duferco aveva già negato a fine febbraio di essere implicata nel caso di corruzione in Congo per il quale i suoi due dirigenti sono stati chiamati a testimoniare. E per il quale ieri sono finiti in manette.