Ecco la recensione del nuovo bicchiere del Rabadan
Abbiamo toccato con mano il nuovo bicchiere multiuso del primo carnevale ticinese, ma quanta birra ci verseremo addosso?
Redazione
Ecco la recensione del nuovo bicchiere del Rabadan
Ecco la recensione del nuovo bicchiere del Rabadan

L’edizione 2020 del Rabadan avrà un grande protagonista: l’eco-bicchiere. Il nuovo eco bicchiere in silicone platinico alimentare (derivato dalla sabbia e non dal petrolio) già presentato qualche settimana fa dal comitato organizzativo costa 5 franchi, si compra all’entrata o in qualsiasi bar e si utilizza per tutta la settimana, evitando il turnover di altri bicchieri. “Una svolta green” è stato detto, che però non convince del tutto gli esercenti cittadini.

Il problema dell'igiene

“Il problema maggiore riguarda l’igiene: il bicchiere, pensato anche per essere piegato e infilato in tasca, dovrà infatti essere riutilizzato per tutta la settimana. Durante la sera, è vero, potrà essere sciacquato nei bar, ma non verrà mai cambiato” ha spiegato Domenico Trunfio, del bar Codeborgo e del bar Indipendenza. Inoltre, c’è la eco tassa: chi non vorrà utilizzare il bicchiere in silicone, pagherà 50cts in più per ordinazione. Soldi che poi andranno in parte al Rabadan e in parte agli esercenti.

La recensione

Ma una cosa è certa, il cliente ha sempre ragione. E cosa ne penseranno gli avventori del Rabadan di questa nuova trovata? Non lo possiamo sapere, ma per portarci avanti con il lavoro abbiamo scovato un bicchiere e lo abbiamo toccato con mano. È bello? Com'è la consistenza? Ma soprattutto, un bicchiere in silicone la trasporta bene la birra? Godetevi allora la recensione di Romano Bianchi.