È morto il pastore evangelico Otto Rauch
Si è spento ieri a Lugano. Vittima della pandemia Covid-19, è stato un esponente significativo della minoranza protestante nella Svizzera italiana
Redazione
È morto il pastore evangelico Otto Rauch

È morto ieri, martedì 17 novembre, a Lugano, il pastore evangelico riformato Otto Rauch. Vittima della pandemia di Covid19, è stato un esponente significativo della minoranza protestante nella Svizzera italiana e un pioniere nel campo ecumenico. Lo rende noto la chiesa evangelica riformata in Ticino (CERT). Nato nel 1936 e figlio dell’emigrazione engadinese in Italia, Otto Rauch è stato pastore in Val Bregaglia e in Val Poschiavo. Trasferitosi in Ticino, è stato coordinatore delle trasmissioni evangeliche alla Radiotelevisione della Svizzera italiana, segretario della Chiesa evangelica riformata nel Ticino e pastore a Lugano fino al 2001. Tra le sue opere più importanti va annoverata la traduzione ecumenica della Bibbia in lingua italiana, alla quale ha partecipato insieme a un gruppo di esperti cattolici e protestanti.

  • 1