Mascherine sui mezzi: “Bene così”
Sia le imprese di trasporto che il Consiglio di Stato salutano favorevolmente la decisione del Consiglio federale
di Teleticino
Mascherine sui mezzi: “Bene così”
Foto CdT/ Chiara Zocchetti

“Dall’11 maggio, sia la Tpl che la Flp hanno distribuito per tre settimane mascherine gratuite proprio per incentivarne l’utilizzo, perché crediamo nell’utilizzo delle mascherine all’interno dei mezzi pubblici”. Non ha dubbi Roberto Ferroni, direttore delle due aziende luganesi. L’obbligo di mascherine su bus e treni è accolta con piacere alle nostre latitudine, anche perché finora non è che molti si coprissero sui mezzi: “Alcuni la utilizzavano, ma secondo me troppo pochi”, ha spiegato Ferroni a Teleticino.

Loading the player...

Verosimilmente le aziende di trasporto, spiega, dovranno aumentare il personale di controllo per vigilare sul rispetto della nuova norma. Impegno maggiorato anche per le autorità cantonali, l’autorità finale per dare una multa (essendo in procedura ordinaria e non disciplinare) spetta infatti alla Polizia cantonale, alle Comunali e a quella ferroviaria. Nonostante questo, anche il Consiglio di Stato vede bene la nuova regola. “Oggi per molti il mezzo pubblico diventa quasi una scelta obbligata, quindi in questo senso l’obbligo è sicuramente da salutare”, ha dichiarato il presidente del Consiglio di Stato Norman Gobbi.

Loading the player...

Ma questo cambiamento di rotta delle autorità federali, a cosa è dovuto? “Credo che uno degli elementi sia la disponibilità di mascherine, quindi questo permette di applicare un obbligo, rispettivamente l’accresciuto utilizzo dei mezzi pubblici”, spiega Gobbi.

  • 1