Inchiesta sulla quarantena del Montezuma
Il gerente è indagato per contravvenzione alla Legge federale sulla lotta contro le malattie trasmissibili
Redazione
Inchiesta sulla quarantena del Montezuma
Foto CdT/Chiara Zocchetti

È stata una delle prime quarantene di massa ticinesi. Il 28 agosto al Montezuma erano presenti tre persone positive al Covid-19. Alla fine i contagiati erano risultati essere sette. Ora, però, contro il gerente del locale notturno di Novazzano è stata aperta un’inchiesta per contravvenzione alla Legge federale sulla lotta contro le malattie trasmissibili dell’essere umano, a rivelarlo è La Regione.

Dopo la messa in quarantena degli avventori, infatti, erano emersi altri clienti che hanno chiamato le autorità sanitarie, segnalando di non essere stati contattati per la misura di contenimento del virus. Cos’è successo? Il Ministero pubblico sta cercando di scoprirlo e per farlo ha sentito, riporta il quotidiano bellinzonese, numerose persone. Gli inquirenti vogliono capire quante persone c’erano quella sera.

  • 1