In aula per la sventata strage alla Commercio
Inizia domani alle 9.30 il processo che vede protagonista il 19enne che poco più di due anni fa aveva manifestato la volontà di compiere un attacco nella scuola sopracenerina
di MMINO
In aula per la sventata strage alla Commercio

A poco più di due anni dalla sventata strage alla Commercio domani, la vicenda, si appresta ad approdare in aula. Secondo l’accusa avrebbe voluto metterla in atto un 19enne della regione che, all’epoca, aveva manifestato sui social la volontà di compiere l’attacco.

Il giovane da domani mercoledì 1° luglio alle 9.30 comparirà di fronte alla Corte delle Assise criminali presieduta dal giudice Mauro Ermani e dagli assessori giurati.

Il 19enne dovrà rispondere di atti preparatori punibili di assassinio plurimo e omicidio plurimo e ripetuta infrazione alla Legge federale sulle armi. L’imputato rischia una condanna superiore ai 5 anni di carcere. Il dibattito dovrebbe durare tre giorni e verrà eseguito al Palazzo dei congressi di Lugano.

Ricordiamo che, nel giorno dell’arresto, erano state rinvenute diverse armi da fuoco e munizioni presso il domicilio del ragazzo, il quale aveva manifestato l’intenzione di compiere una strage durante gli esami scolastici. La successiva perizia psichiatrica aveva ravvisato una scemata imputabilità di grado medio del giovane.

  • 1