Chiasso, “togliere le mascherine a ricreazione?”
A chiederlo è un’interrogazione firmata dai consiglieri comunali Davide De Donatis e Patricia Wasser
Redazione
Chiasso, “togliere le mascherine a ricreazione?”
Foto d’archivio Cdt

Una serie di proposte volte a rendere meno “pesante” l’obbligo imposto ai bambini delle elementari di indossare la mascherina a scuola. È quanto suggeriscono i consiglieri comunali di Chiasso Davide De Donatis e Patricia Wasser (Ppd + Gg/Verdi liberali/Indipendenti) in un’interrogazione.

“L’obbligo di mantenere la mascherina a ricreazione è stato deciso dalla nostra sede comunale”, si legge nel testo. “Le sedi di Morbio, Mendrisio e Stabio non lo impongono. È possibile che tale regola venga tolta dalla direzione della scuola elementare di Chiasso?”

Di seguito le altre domande contenute nell’interrogazione:

È possibile che l’utilizzo delle mascherine sia regolato con dei momenti, magari a turno, in cui i bambini possano non indossarle?
È possibile valutare l’acquisto di mascherine di stoffa, lavabili, che sono anche ecologicamente sostenibili?
In caso l’acquisto di mascherine di stoffa non fosse possibile, si potrebbe cambiare mascherine più spesso, come da disposizione dell’Ufsp?
Durante le ore di educazione fisica è possibile trovare delle soluzioni che comportino un’attività fisica sana e salutare senza utilizzo delle mascherine (distanziamento, attività all’aperto,...)?
È possibile valutare l’efficacia e l’acquisto di apparecchi per purificare l’aria nelle aule?

  • 1