Apertura parziale degli impianti di Pesciüm
Sabato 15 gennaio Valbianca metterà in funzione parte degli impanti e sarà aperto solo nel fine settimana
Redazione
Apertura parziale degli impianti di Pesciüm
Immagine CdT

Nonostante le condizioni critiche di innevamento, sabato 15 gennaio Valbianca potrà finalmente mettere in funzione parte degli impianti: sarà parzialmente aperto il settore di Pesciüm e soltanto al weekend. L’offerta sarà completata dalla gastronomia e da alcune attività all’aria aperta per permettere a chi lo volesse di trascorrere una bella giornata in montagna.

L’abbassamento delle temperature degli scorsi giorni e la conseguente possibilità di continuare con l’innevamento programmato consentono ora a Valbianca di aprire il tappetino, il Pony Lift e i cosiddetti “Sciliftino” e “Sciliftone” (fino all’altezza dello Sciliftino). Purtroppo, la morfologia del terreno e i mezzi attualmente a disposizione non consentono un innevamento più esteso. Gli entusiasti dello sci dovranno quindi ancora attendere prima di potersi lanciare sui pendii più impegnativi della stazione, ma Valbianca ritiene importante aprire almeno una parte del comprensorio per poter garantire agli affezionati clienti, ai possessori della stagionale e ai più giovani la possibilità di trascorrere una bella giornata all’aria aperta. Per questo motivo, oltre allo sci verranno proposte alcune altre attività per approfittare della montagna.

In particolare vi sarà la possibilità di passeggiare con le ciaspole su alcuni percorsi inediti, solitamente non percorribili a piedi, verrà riproposta la pista per i gommoni accanto al tappetino e verrà inoltre preparata una piccola nuova pista su cui i bambini potranno slittare e divertirsi sulla neve. Il tutto sarà completato dall’apertura della Stüa per una breve sosta fra le attività all’esterno e un delizioso pranzo à la carte. Per consumare all’interno è obbligatorio un certificato covid 2G per i maggiori di 16 anni.

Per chi consuma all’esterno il certificato non è necessario ma dovrà indossare la mascherina se si recherà all’interno dei locali o negli spazi interni accessibili al pubblico. Inoltre, non è più necessaria la prenotazione della funivia. Restano invece in vigore la maggior parte delle altre misure di protezione, in particolare il rispetto delle norme igieniche accresciute, così come l’obbligo di indossare la mascherina (a partire dai 12 anni) nell’area di partenza

delle funivie, nelle aree di attesa interne ed esterne, sulle funivie, in tutti gli stabili interni e dove non è possibile garantire il rispetto delle distanze sociali (es. code agli impianti).

In queste prime giornate di apertura si applicheranno i prezzi base del Dynamic Price: CHF 31 (adulti), CHF 28 (studenti/AVS), CHF 25 (giovani 13-17 anni) , CHF 20 (ragazzi 6-12 anni). Chi non volesse sciare potrà acquistare la risalita in funivia A/R al costo di CHF 22 (adulti), CHF 20 (studenti/AVS), CHF 18 (giovani 13-17 anni) , CHF 13 (ragazzi 6-12 anni). Infine si segnala il pacchetto Fondue a CHF 35, che prevede la risalita andata e ritorno in funivia e il pranzo a base di fondue al ristorante la Stüa.

  • 1