Anche Nebiopoli annullato
Alla fine anche gli organizzatori del carnevale di Chiasso hanno deciso di annullare l’evento, fino all’ultimo tanto sperato. “Dobbiamo essere realisti, non sognatori”
di MMINO
Anche Nebiopoli annullato

Dopo la Lingera, il Rabadan e gli altri carnevali ora anche Nebiopoli ha deciso di annullare il grande evento previsto tra il 10 e il 13 febbraio. A confermarlo è il presidente Alessandro Gazzani che da noi contattato ha detto: “Con dispiacere confermo l’annullamento del carnevale”. Insomma, anche l’ultimo dei grandi carnevali cade. A tal proposito Gazzani ha sottolineato: “Possiamo restare sognatori finché ciò è possibile, ma in questo momento dobbiamo purtroppo essere realisti”.

Comitato riunito in serata
Il comitato aveva annunciato in serata di essersi riunito “a causa della situazione pandemica nel nostro Cantone” e, inoltre, “dopo aver raccolto dalle autorità tutte le informazioni necessarie”. Il carnevale sottocenerino aveva da subito detto di voler festeggiare a tutti i costi. Purtroppo, però, le cose sono andate diversamente e anche il presidente Alessandro Gazzani ha dovuto mollare la presa.

Carnevale d’estate? Bisogna discuterne!
La società, sottolinea Gazzani, “è oggi bloccata a causa delle quarantene e difficilmente possiamo pensare di organizzare un evento che potrebbe potenzialmente peggiorare la situazione”. Nebiopoli, infine, invita a discutere sullo spostamento dei carnevali in un altro periodo dell’anno, magari d’estate. ”L’attuale situazione sta portando alla scomparsa di gruppi o delle manifestazioni stesse, siamo confrontati con la difficoltà di mantenere unita la gente e con la possibile morte finanziaria di alcuni. Per molti forse questa non è una priorità, ma in realtà carnevale, oltre a rappresentare un importante indotto per il tessuto cantonale, rappresenta qualcosa di profondamente radicato nella nostra cultura”.

  • 1