Alpi, sempre più merci su rotaia
Grazie all’apertura della galleria di base del Ceneri e il corridoio di 4 metri, la ferrovia ha aumentato la quota di merci che attraversano la catena alpina, pari al 74,4%, la più alta in 25 anni
Redazione
Alpi, sempre più merci su rotaia

Grazie all’apertura della galleria di base del Ceneri e del corridoio di 4 metri, sempre più merci passano su ferrovia attraverso le Alpi. Tra gennaio e giugno 2021 il 74,4% delle merci hanno attraversato le Alpi su rotaia, la quota più elevata mai registrata da 25 anni. È quanto si evince dal rapporto sull’evoluzione del traffico merci transalpino nel primo semestre 2021, pubblicato oggi dall’Ufficio federale dei trasporti (UFT).

Il traffico merci si riprende dalla crisi
Rispetto allo stesso periodo del 2020, fortemente colpito dalla pandemia, le merci transitate sulle Alpi sono cresciute del 15,2% nel primo semestre di quest’anno. Ma anche rispetto alla prima metà del 2019 si è registrato un aumento. “Il traffico merci transalpino si è quindi ripreso dalla crisi causata dalla pandemia”, sottolinea l’UFT, secondo cui il motivo va ricercato proprio nel completamento di Alptransit, con l’apertura della galleria di base del Ceneri, che ha permesso alla rotaia di acquisire nuovi segmenti commerciali. Sull’asse del San Gottardo, dalla fine del 2020, possono infatti circolare un numero più elevato di treni, con lunghezza e peso maggiori. Nel complesso la ferrovia ha aumentato la sua quota nel traffico merci attraverso le Alpi di 3 punti percentuali. Questa evoluzione è stata favorita anche dagli aiuti finanziari che diversi Paesi europei hanno concesso durante la pandemia per sostenere il traffico ferroviario.

453mila camion attraverso le Alpi nei primi sei mesi del 2021
Nella prima metà dell’anno hanno attraversato le Alpi svizzere 453’000 mezzi pesanti, pari a un aumento di 40 000 viaggi rispetto al primo semestre 2020, segnato dal Covid-19 e dalle misure adottate per contenerlo. Tuttavia, rispetto al primo semestre 2019 il numero di corse dei mezzi pesanti è ulteriormente diminuito, sottolinea l’UFT. L’obiettivo dell’Iniziativa delle Alpi, ricordiamo, è di far scendere il numero di veicoli pesanti in transito a 650mila all’anno.

  • 1