"Abbattuto un cedro di 200 anni a Bellinzona"
Tuto Rossi: "Questo è uno degli scempi compiuti dal Municipio, un gesto quasi criminale"
Redazione
"Abbattuto un cedro di 200 anni a Bellinzona"
"Abbattuto un cedro di 200 anni a Bellinzona"

Il consigliere comunale UDC di Bellinzona Tuto Rossi continua la sua 'marcia green' contro il Municipio denunciando sulla sua pagina Facebook un altro "scempio".

Dopo la presa di posizione contro il taglio di tutti gli alberi su Viale Stazione, appellandosi anche alla comunità, questa volta Rossi denuncia l'abbattimento di un cedro di 200 anni: "Anche un cretino vede che era sanissimo". Considero l’abbattimento di una pianta di 200 anni un gesto quasi “criminale”- continua il consigliere comunale - imbastendo il post come se prima dell'insediamento dei sei municipali non ci fossero questi problemi.

"Pensate che è stato piantato 8 generazioni fa; quando Beethoven scriveva la 9 sinfonia; a Bellinzona passavano ancora i carri dei Pellegrini e dei commercianti diretti a Roma; le murate dei castelli facevano ancora da dogana per il pagamento dei pedaggi; Napoleone imperversava nell’Italia del Nord, non c’era né luce né gas e i Bellinzonesi si scaldavano a legna. Poi arrivano 6 municipali che aspirano solo alla loro rielezione e approvano la demolizione senza nessun rispetto della storia e della cultura della Città che devono governare", conclude Rossi.