Una lenta ripresa per l’aeroporto di Zurigo
Nel corso del 2021 i viaggiatori registrati a Kloten (ZH) sono stati 10,2 milioni, contro gli 8,3 milioni del 2020
Redazione
Una lenta ripresa per l’aeroporto di Zurigo
Immagine Shutterstock

La pandemia di coronavirus ha nuovamente pesato sull’aeroporto di Zurigo: il numero di viaggiatori nel 2021 è però salito del 22,7% rispetto al 2020, ha comunicato in serata la società che gestisce lo scalo. Le severe restrizioni a livello di viaggi nel 2020 hanno pesato molto di più rispetto a quelle imposte lo scorso anno.

Nel corso del 2021 i viaggiatori registrati a Kloten (ZH) sono stati 10,2 milioni, contro gli 8,3 milioni del 2020. Nell’anno precedente la pandemia, nel 2019, erano stati ben 31,5 milioni. Prendendo in considerazione il solo mese di dicembre, l’incremento complessivo fra l’anno scorso e il 2020 è stato addirittura del 198,2% a quasi 1,06 milioni di passeggeri (tuttavia, rispetto al 2019, il calo è del 45,4%).

Nel confronto fra 2021 e 2020, il numero di passeggeri locali è salito del 23,1% a 7,7 milioni, quello di passeggeri in transito del 21,7% a 2,4 milioni, precisa Flughafen Zürich. Dopo un inizio difficile, il traffico aereo ha recuperato in estate e in autunno, mentre sul finire dell’anno l’apparizione della variante Omicron ha complicato maggiormente le cose, in particolare per quanto riguarda i viaggi internazionali. Per quanto concerne le compagnie aeree, a dominare sono stati i voli di Swiss, che hanno rappresentato il 51,7% del traffico totale. Staccatissima la casa madre Lufthansa (3%), terza dietro l’altro vettore elvetico Edelweiss (9,7%). I movimenti di aeromobili sono stati 132’600 (+19,1% rispetto al 2020).

La ripresa dell’attività si è riflessa anche sul trasporto merci, dove i volumi nel 2021 sono progrediti del 35% su base annua a 393’062 tonnellate di merci trasportate. Le attività commerciali - in particolare negozi e ristoranti - hanno segnato un aumento del fatturato del 24,3% a 294,8 milioni di franchi.

  • 1