Un altro membro della Task Force lascia
L’epidemiologo Marcel Salathé ha deciso di fondare un’organizzazione, assieme ad altri scienziati, per raffozrare le competenze scientifiche e tecnologiche della politica, dell’amministrazione e della società
di Keystone-ats-ls
Un altro membro della Task Force lascia

L’epidemiologo Marcel Salathé lascerà la Task Force federale sul coronavirus. Intende creare, assieme ad altri scienziati, un’organizzazione per rafforzare le competenze scientifiche e tecnologiche della politica, dell’amministrazione e della società. Questa nuova associazione, con persone provenienti dalla società civile e denominata CH++, vuole essere indipendente dal punto di vista ideologico e finanziario, viene spiegato in una nota diramata oggi. Affinché l’organizzazione sia “veramente indipendente”, Marcel Salathé lascia la Task Force della Confederazione sul coronavirus, spiega lui stesso in un’intervista alla SonntagsZeitung.

L’amministrazione federale in ritardo sulle tecnologie
L’epidemiologo del Politecnico federale di Losanna (EPFL) afferma di essere soddisfatto del lavoro compiuto dalla Task Force. Ma ritiene che l’amministrazione federale abbia “due decenni di ritardo” per quanto riguarda l’uso delle tecnologie moderne. A suo avviso, la Svizzera Suisse naviga “alla cieca” in materia di dati. Salathé deplora che “al posto di utilizzare sistemi informatici rapidi, si sta cercando di far fronte a sviluppi rapidi mediante il fax”. Tra i membri del comitato di CH++ figura la vodese Olga Baranova, la quale ritiene che la pandemia “abbia rivelato a che punto la Svizzera abbia bisogno di un ‘upgrade’. Sono delusa che il nostro Paese, noto per il suo know-how e la sua affidabilità, sia stato incapace di gestire meglio la pandemia”, ha aggiunto citata nel comunicato.

Scopo della nuova associazione
Tra le azioni concrete, la nuova associazione vuole in particolare istituire un “rating trasparente della competenza tecnologica e scientifica dei parlamentari”. Intende pure rafforzare l’interesse per la scienza nonché la sua comprensione tra la popolazione.

  • 1