Svizzeri poco convinti dal 5G
Oltre la metà degli Svizzeri non sostiene l'innalzamento dei valori limite di radioprotezione
Redazione
Svizzeri poco convinti dal 5G
Svizzeri poco convinti dal 5G

Oltre la metà degli Svizzeri non sostiene l'innalzamento dei valori limite di radioprotezione. Lo indica un sondaggio online effettuato dal gruppo editoriale Tamedia.

Questo aumento dovrebbe consentire agli operatori della telefonia mobile di introdurre più rapidamente del previsto la 5G.

Dall'indagine emerge che il 34% delle persone interrogate è "contrario" alla moderna tecnologia e il 23% "piuttosto contrario", si legge sulle pagine dei quotidiani romandi del gruppo 24Heures e Tribune de Genève. Dal canto loro, i "favorevoli" sono solo il 16% e il 21% si dichiara "piuttosto favorevole".

Il sondaggio è stato realizzato dal 22 al 23 maggio scorso presso 19'018 persone in tutta la Svizzera. Il margine d'errore si situa attorno al +/- 1,4%.