Occupazione
Proteste pro-Palestina, la polizia sgombera l'Università di Basilea
© Twitter - @lotta_basel
© Twitter - @lotta_basel
Keystone-ats
12 giorni fa
L'ateneo renano ha sporto denuncia penale. Lo rendono noto le forze dell'ordine cantonali sul social X.

Dopo due ultimatum ignorati, la polizia ha sgomberato oggi nel primo pomeriggio i locali dell'Università di Basilea occupati da lunedì da manifestanti filopalestinesi. Gli attivisti hanno lasciato l'edificio Bernoullianum all'arrivo degli agenti. L'ateneo renano ha sporto denuncia penale. Lo rendono noto le forze dell'ordine cantonali sul social X. Secondo un giornalista di Keystone-ATS sul posto, la polizia è arrivata intorno alle 14.00 con un grosso contingente di uomini e ha isolato l'area.

Ultimatum ieri alle 20

Un gruppo di 50 persone ha quindi abbandonato l'immobile. Un portavoce della polizia ha precisato ai media che non è stato trovato nessun altro all'interno. Nelle immediate vicinanze sono state fermati e controllati 20-30 individui in relazione all'occupazione. Il rettorato, indica in una nota l'università, si rammarica di questa escalation. I tentativi di avviare un dialogo costruttivo con gli occupanti sono stati vani fino alla fine. La direzione aveva chiesto una prima volta ai presenti di lasciare l'edificio entro le 20.00 di ieri sera, ma questa scadenza non era stata rispettata. Il termine era quindi stato prorogato fino a stamattina alle 08.00, ma gli attivisti avevano di nuovo puntato i piedi.