Omicidio a Morges: “Non si esclude movente terroristico”
Il sospettato era noto ai servizi segreti e per questo il Ministero pubblico della Confederazione ha assunto la direzione delle indagini
di MJ
Omicidio a Morges: “Non si esclude movente terroristico”
Foto Wikimedia Commons

Il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) ha assunto la direzione delle indagini sull’omicidio di sabato scorso a Morges (VD). Lo ha comunicato lo stesso Ministero. Sabato scorso infatti, il 12 settembre 2020, un 29enne cittadino portoghese è stato ucciso a Morges a coltellate e il sospettato è già stato arrestato dalla polizia cantonale vodese domenica 13 settembre 2020.

Omicida noto ai servizi segreti
“Il contesto del crimine”, si legge nel comunicato stampa, “è in fase di chiarimento. Non si può escludere un possibile movente terroristico. L’indagato è già coinvolto come imputato in un procedimento penale condotto dal MPC tramite gli strumenti di procedura penale previsti dalla legge”, inoltre, “la persona è nota al Servizio delle attività informative della Confederazione (SIC) dal 2017”.

“Il MPC”, si legge infine, “conduce le indagini in stretta collaborazione con le autorità competenti del Canton Vaud, del SIC e di fedpol”.

  • 1