La casa in campagna è un sogno sempreverde
Il principale ostacolo è legato a motivi finanziari. Un altro freno rimane il tragitto casa-lavoro, nonostante l’aumento dell’home-office
di Keystone-ATS
La casa in campagna è un sogno sempreverde
Immagine Shutterstock

Il sogno di una casa tutta per sé, e magari in campagna, è ben lungi dal tramontare. Stando a un sondaggio online fra 1000 persone residenti in tutta la Svizzera - eseguito dalle società Moneypark, alaCasa ed Helvetia nel febbraio 2022 - quasi la metà degli intervistati vorrebbe traslocare in una casa unifamiliare indipendente con vista sulla campagna. Inoltre, il 90% di chi vive in una zona rurale vuole rimanervi anche in futuro. Per le persone che vivono in città la situazione è ben diversa: solo il 65% degli interpellati ritiene di vivere attualmente nel proprio luogo preferito, si legge in una nota odierna.

Alcuni freni
Il principale ostacolo a un eventuale trasferimento in campagna è legato a motivi finanziari (per il 40% degli intervistati). Un altro freno rimane il tragitto casa-lavoro, nonostante l’aumento dell’home-office.

Cosa vuole la gente
Dalla ricerca emerge anche che la casa unifamiliare, indipendentemente dal luogo in cui è situata, si rivela il sogno numero 1 in Svizzera. Il valore più elevato (64%) si riscontra nella fascia d’età compresa tra i 25 e i 30 anni. Dal sondaggio risulta inoltre anche un divario tra proprietari e inquilini. Due terzi di chi possiede un immobile si dichiara molto soddisfatto, mentre solo un terzo dei locatari lo è. La soddisfazione è legata ai costi abitativi: due terzi dei proprietari spendono meno del 20% del loro reddito per l’alloggio, mentre ciò vale solo per un terzo degli inquilini. Infine, chi possiede una propria abitazione, non sente la necessità di cambiare. Solo il 3% dei proprietari intervistati vorrebbe vendere il proprio immobile nei prossimi tre anni. Un ulteriore 15% pianifica di vendere in un periodo compreso tra quattro e otto anni. Uno sguardo alle fasce d’età mostra che in particolare i proprietari di età inferiore ai 40 anni (24%) e i pensionati (23%) hanno intenzione di vendere.

  • 1