Svizzera
Il Covid? “Non mi interessa più tanto”
3 mesi fa
Daniel Koch ritiene che non ci sia bisogno di ulteriori misure per contenere il coronavirus. “Non è più grave di un’influenza”

È sicuramente fra i volti più noti che associamo al Covid. Eppure, per sua stessa ammissione, ora il coronavirus non occupa più le sue giornate: “Fino alla primavera ho seguito la situazione quasi quotidianamente, ora mi interesso di meno”. Stiamo parlando dell’ex “Mister Corona” Daniel Koch, che ha concesso un’intervista al Blick.

“Previsione confermata”
Il foglio zurighese ha mostrato a Koch la copertina di “Schweizer Illustrierte” del settembre 2020, sulla quale Koch prevedeva che “Il coronavirus sarà ‘scomparso’ nell’estate del 2022” (“Im Sommer 2022 ist Corona gegessen”). “In tema di misure, in questo momento siamo esattamente dove due anni fa avevo previsto che saremmo stati”, commenta Koch al Blick. Per il medico in pensione è vero che i casi di queste settimane sono numerosi, “ma la situazione non è paragonabile a quella dell’inizio della pandemia. Nel frattempo, il Covid non è più pericoloso di un’influenza”.

Disaccordo
A questo proposito, Daniel Koch non condivide gli appelli di altri epidemiologi svizzeri, che chiedono la quarta dose per più ampie categorie della popolazione o un ritorno all’uso esteso delle mascherine. “Sono sorpreso che le autorità sanitarie siano sempre così concentrate sul coronavirus”, dichiara al Blick, anche perché, riferisce Koch, “il Covid-19 è l’unico virus per il quale vengono eseguiti così di frequente dei test. Se facessimo altrettanto con altri virus respiratori, scopriremmo che anche in questo caso ci sarebbero delle ondate estive”.

© Ticinonews.ch - Riproduzione riservata