“Il Covid minaccia lo sviluppo sostenibile”
Lo sostiene il consigliere federale Ignazio Cassis, che al Consiglio dei diritti umani invita a lavorare a un mondo post-pandemia e mette in guardia sulle conseguenze per i più vulnerabili
di Keystone-ATS/MJ
“Il Covid minaccia lo sviluppo sostenibile”
Foto © CdT/ Chiara Zocchetti

La pandemia di coronavirus minaccia i progressi raggiunti in materia di sviluppo sostenibile nel mondo, secondo Ignazio Cassis. Il consigliere federale, in apertura della 46esima sessione del Consiglio dei diritti umani, ha invitato a lavorare al mondo post-pandemia.

Lo sforzo richiesto per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile “è considerevole”, ha detto il capo della diplomazia svizzera aprendo la riunione, che si terrà sull’arco di un mese online. A suo avviso, la pandemia ha anche rimesso le libertà fondamentali al centro delle preoccupazioni dei cittadini. Le conseguenze sanitarie ed economiche per i più vulnerabili sono significative, ha aggiunto il ministro degli esteri deplorando l’aumento delle disuguaglianze e delle discriminazioni.

La pandemia però “ci ha avvicinato” sulla necessità di fornire sforzi congiunti, ha aggiunto. Ha poi lodato gli adattamenti del Consiglio dei diritti umani per far fronte alla situazione instabile legata alle restrizioni e ha chiesto di impegnarsi di più per lo sviluppo sostenibile, anche in collaborazione con la società civile e il settore privato.

  • 1