Il 13 giugno si vota contro la Legge Covid-19
Sono quasi 98mila le firme depositate, riusciti anche i referendum contro la Legge sul Co2 e contro quella sulle misure di lotta al terrorismo
di fsu
Il 13 giugno si vota contro la Legge Covid-19
Foto CdT/ Chiara Zocchetti

Sono 97’878 le firme consegnate alla Cancelleria federale per il referendum contro la Legge Covid-19. Il referendum è quindi riuscito. A comunicarlo è la stessa amministrazione federale. Si voterà quindi il 13 giugno 2021.

Sono riusciti anche altri due referendum. Quello contro la Legge sul Co2 (con firme consegnate da due distinti comitati referendari) ha raccolto 123’879 sottoscrizioni, quello contro la Legge federale sulle misure di polizia per la lotta al terrorismo ne ha raccolte 141’264. Anche questi due oggetti andranno in votazione il 13 giugno prossimo.

Consegna firme semplificata

Per la prima volta i comitati hanno potuto beneficiare delle norme provvisorie contenute nella Legge Covid-19, la stessa contro cui è stato avviata una delle raccolte firme. I promotori non hanno dovuto presentare l’attestazione del diritto di voto. È toccato alla Cancelleria federale procurarsi le attestazioni mancanti al raggiungimento del numero minimo di firme. Tale agevolazione ha carattere provvisorio e si applica alle domande di referendum contro gli atti legislativi del Parlamento la cui pubblicazione nel Foglio federale non sia posteriore al 31 luglio 2021 (è quanto prevede l’ordinanza COVID-19 attestazione del diritto di voto; RS 161.17).

  • 1