Domande di asilo in calo in gennaio
Il mese scorso i principali Paesi di provenienza dei richiedenti l’asilo sono stati l’Eritrea, l’Afghanistan, la Turchia, l’Algeria e la Siria
di Keystone-ATS
Domande di asilo in calo in gennaio

Nel gennaio di quest’anno le domande di asilo presentate in Svizzera sono state 832, ossia 159 (-16%) in meno rispetto al mese precedente, indica oggi in un comunicato la Segreteria di Stato della migrazione (SEM). Rispetto al mese di gennaio del 2020 le richieste sono diminuite del 33,1%.

Il mese scorso i principali Paesi di provenienza dei richiedenti l’asilo sono stati l’Eritrea (147 domande, -56 rispetto a dicembre), l’Afghanistan (119 domande; -52), la Turchia (88 domande; -11), l’Algeria (81 domande; -9) e la Siria (65 domande; -36).

In gennaio la SEM ha trattato in prima istanza 1216 domande d’asilo, di cui 257 con una decisione di non entrata nel merito (in 217 casi in virtù dell’Accordo di Dublino), 433 con la concessione dell’asilo e 292 con l’ammissione provvisoria. Il numero di casi in giacenza in prima istanza è diminuito di 273 unità rispetto al mese di dicembre 2020, attestandosi a 3579.

Sempre in gennaio, 138 persone hanno lasciato la Svizzera sotto il controllo delle autorità o sono state rimpatriate o trasferite in uno Stato terzo. Berna ha chiesto ad altri Stati Dublino di accogliere 380 richiedenti l’asilo e ha ricevuto 305 domande di presa in carico in base all’accordo.

  • 1