Dati vaccini salvati e, forse, restituiti
In una prima nota odierna dell’UFSP, si legge che le autorità sanitarie hanno portato a termine con successo un ultimo tentativo per salvare i dati relativi alle vaccinazioni senza bisogno di cancellarli
di Keystone-ATS
Dati vaccini salvati e, forse, restituiti
Immagine CdT/Zocchetti

I dati sanitari inseriti nella piattaforma lemievaccinazioni.ch, ora in fase di liquidazione per problemi di sicurezza, sono stati salvati e non dovranno per il momento venir cancellati come chiedeva Mister Dati. Ora l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) sta esaminando il modo di restituire tali informazioni ai legittimi proprietari. In una prima nota odierna dell’UFSP, si legge che le autorità sanitarie hanno portato a termine con successo un ultimo tentativo per salvare i dati relativi alle vaccinazioni senza bisogno di cancellarli. L’acquisizione dei dati da parte del Dipartimento della salute e della socialità di Argovia, realizzata con la collaborazione dell’UFSP, rispecchia quanto auspicato dall’Incaricato per la protezione dei dati e i relativi requisiti.

Restituzione dati in considerazione
Ora l’UFSP intende partecipare a un progetto preliminare che valuterà se sia possibile restituire simili informazioni agli utenti dell’ex piattaforma. Il progetto sarà realizzato dalla comunità di riferimento eHealth Argovia (SteHAG), su incarico del Cantone di Argovia e in accordo con Mister Dati. Le persone interessate sono quasi 300 mila persone. L’UFSP e Argovia hanno ottenuto il consenso di Mister dati e dell’Ufficio esecuzione e fallimenti di Berna-Mittelland, il quale detiene i dati dall’apertura della procedura di liquidazione della fondazione lemievaccinazioni, nonché della Conferenza svizzera delle direttrici e dei direttori cantonali della sanità (CDS). Il progetto preliminare presenterà anche una proposta su come i cittadini possano trasferire i propri dati di vaccinazione alla Cartella informatizzata del paziente (CIP). In tal modo, la popolazione avrà la garanzia che i dati non saranno solamente restituiti, ma anche integrati nel libretto di vaccinazione della CIP e potranno pertanto essere riutilizzati secondo il loro scopo iniziale.Se le conclusioni del progetto dovessero essere negative, la SteHAG si impegna a distruggere tutti i dati.

  • 1