Sanità
Da gennaio nuove misure per contenere i costi della salute
© CdT/Chiara Zocchetti
© CdT/Chiara Zocchetti
16 giorni fa
Nel 2023 sia gli assicuratori sia i fornitori di prestazioni saranno tenuti a comunicare gratuitamente alle autorità competenti i dati di cui necessitano per adempiere i loro compiti in ambito tariffale.

Obbligo di comunicazione dei dati per assicuratori e fornitori di prestazioni nel settore ambulatoriale, possibilità di condurre progetti pilota e promozione di importi forfettari. Sono alcune delle misure decise dal Parlamento per contenere le spese sanitarie. Il Consiglio federale ha deciso oggi che entreranno in vigore il primo gennaio. Si tratta di una seconda fetta del pacchetto di contenimento dei costi, approvato dalle Camere nel marzo del 2021. Una prima era stata posta in vigore all'inizio di quest'anno, ricorda una nota del Governo.

Cosa cambia

Da gennaio, sia gli assicuratori sia i fornitori di prestazioni saranno obbligati a comunicare gratuitamente alle autorità competenti, che lo richiedono, i dati di cui necessitano per adempiere i loro compiti in ambito tariffale, per esempio per fissare le tariffe. L'ordinanza sull'assicurazione malattie (OAMal) è stata modificata di conseguenza. Un apposito articolo, quello sulla sperimentazione, consentirà in futuro di attuare progetti pilota. Permetteranno agli attori del settore sanitario di testare nuovi e innovativi modelli di contenimento dei costi, come per esempio un'ulteriore limitazione della scelta dei fornitori di prestazioni, secondo il Consiglio federale. Nella relativa ordinanza sono stati definiti i requisiti da soddisfare per la loro autorizzazione, attuazione e valutazione.

Esaustiva descrizione del trattamento

Nella OAMal figurerà inoltre che per facilitarne la lettura, le fatture dovranno descrivere in modo comprensibile in particolare il genere, la durata e il contenuto del trattamento. Un altro obiettivo è quello di promuovere le tariffe forfettarie per paziente nel settore ambulatoriale mediante l'introduzione di una struttura tariffale uniforme. In tal modo, secondo l'Esecutivo, i fornitori di prestazioni vengono incentivati ad aumentare l'efficienza e a contribuire a limitare l'aumento del volume delle prestazioni. Sempre da gennaio entrerà in vigore la legge federale sulla trasmissione di dati degli assicuratori nell'assicurazione sanitaria obbligatoria. È stata di conseguenza modificata anche la OAMal e l'ordinanza sulla vigilanza sulla cassa malattia. L'ultima modifica riguarda l'estensione dei criteri di autorizzazione per gli psicologi, già in vigore da luglio.

I tag di questo articolo