Codici forniti anche da farmacie e laboratori
Il Consiglio federale ha deciso di accrescere l’efficacia del sistema di tracciamento dell’applicazione SwissCovid
di Keystone-ATS/MMINO
Codici forniti anche da farmacie e laboratori
Foto CdT

Allo scopo di accrescere l’efficacia del sistema di tracciamento mediante l’app SwissCovid, oltre a medici curanti e cantonali, anche laboratori, collaboratori dell’Infoline Coronavirus, centri di test e farmacie potranno rilasciare i codici Covid destinati alle persone risultate positive al test del coronavirus e che hanno scaricato l’applicazione sul loro smartphone.

Accelerazione del tracciamento
Lo ha deciso oggi il Consiglio federale, adeguando la pertinente ordinanza. Grazie a questa modifica, precisa una nota governativa odierna, l’intero processo di tracciamento e contenimento del virus dovrebbe subire un’accelerazione. Oltre ad aver cambiato l’ordinanza, l’esecutivo ha istituito anche la base legale necessaria per la completa automatizzazione del processo inerente al codice Covid nel pieno rispetto della protezione dei dati. L’isolamento delle persone risultate positive al test e la messa in quarantena di chi ha avuto stretti contatti con loro sono strumenti importanti nella lotta alla pandemia, cui si aggiunge il sistema di tracciamento della prossimità dell’app SwissCovid.

Modifica dell’ordinanza
Immettendo il codice Covid nell’app, gli utenti positivi al test attivano l’invio anonimo di un messaggio a tutte le persone esposte al contagio. Per fornire il codice Covid il più rapidamente possibile agli utenti dell’app risultati positivi al test, d’ora in poi anche altri attori potranno accedere al sistema di gestione dei codici per il rilascio di codici Covid. La modifica dell’ordinanza del 24 giugno sul sistema di tracciamento della prossimità permetterà di sgravare i medici cantonali estendendo ad altri attori il diritto di accesso al sistema di gestione dei codici e rendendo possibile la generazione automatica dei codici Covid.

Farmacie e Laboratori
Nel caso dei test rapidi, sono i collaboratori dei centri di test a comunicare alle persone interessate l’eventuale risultato positivo: da questo momento, assieme al risultato potranno fornire direttamente loro anche un codice Covid. Lo stesso vale per il personale delle farmacie, attrezzati per l’esecuzione dei test rapidi. Per sgravare ulteriormente i servizi medici cantonali è stato inoltre esteso il diritto di accesso al sistema di gestione dei codici anche ai collaboratori dell’Infoline. Allo scopo di semplificare e accelerare il rilascio dei codici Covid, questi ultimi potranno ora essere generati e inviati automaticamente agli utenti dell’app SwissCovid risultati positivi al test.

Per principio possono utilizzare questo sistema automatico tutte le strutture sanitarie ovvero tutto il personale specializzato delle stesse, autorizzato ad accedere al sistema di gestione dei codici. Per permettere la generazione automatica di codici Covid serve un’interfaccia tra questo sistema e il sistema della struttura sanitaria interessata.

  • 1