Camere: tabacco, cinema e deduzioni per figli
Si esaminano inoltre i salari delle ex regie federali. Questi i temi in discussione oggi in Parlamento
di Keystone-ATS/MJ
Camere: tabacco, cinema e deduzioni per figli
Foto servizi del Parlamento

Inizierà con l’esame, a livello di divergenze, della revisione della Legge federale sui prodotti del tabacco la giornata odierna al Consiglio nazionale (08.00-13.00).

La commissione preparatoria propone di mantenere diverse divergenze: i prodotti del tabacco destinati a essere fumati non devono contenere ingredienti che aumentino il potenziale di dipendenza o facilitino l’inalazione; gli ingredienti vietati devono essere disciplinati dal Consiglio federale in un’ordinanza e non direttamente nella legge e l’uso di sigarette elettroniche deve essere autorizzato in determinate zone di punti di vendita specializzati.

La maggioranza chiede invece di allinearsi agli Stati per quel che concerne la promozione delle vendite - vietata non soltanto per i prodotti del tabacco destinati a essere fumati, ma anche per altre categorie di prodotti - e la possibilità per i Cantoni di emanare prescrizioni più severe in materia di pubblicità, promozione e sponsorizzazione.

La Camera del popolo discuterà in seguito, sempre a livello di divergenze, della revisione della legge sul cinema. Questa prevede l’obbligo per i servizi di streaming e le emittenti di destinare una percentuale delle entrate lorde alla produzione cinematografica svizzera indipendente o di pagare una tassa sostitutiva. La maggioranza commissionale propone che questa quota venga fissata al 4% come chiesto dagli Stati, la minoranza vorrebbe limitarla al 2%.

Il Consiglio degli Stati (08.15-13.00) si occuperà da parte sua di un’iniziativa parlamentare della consigliera nazionale Christa Markwalder (PLR/BE) che chiede di aumentare fino a un massimo di 25’000 franchi le deduzioni per la custodia extra-familiare dei figli nell’ambito dell’imposta federale diretta. Tale richiesta era contenuta in un progetto bocciato un anno fa in votazione popolare principalmente perché contemplava anche un aumento della deduzione generale per figli.

I “senatori” si occuperanno anche della seconda aggiunta al preventivo 2021 per un importo complessivo di 411 milioni, di cui 164 milioni per far fronte alla pandemia di coronavirus. In agenda vi è pure una mozione di Thomas Minder (SH/indipendente) che chiede di prediligere gli acquirenti indigeni per la vendita di Ruag Ammotec. Altro tema all’ordine del giorno: una revisione della Legge sul personale federale volta a limitare a un milione di franchi l’anno le remunerazioni dei dirigenti delle ex regie federali.

  • 1