Black Friday fa rima con debiti
Con il ‘venerdì nero’ per molti scatta anche la trappola dei debiti. Taluni possono essere spinti a fare acquisti al di là delle proprie possibilità
di Keystone-ATS/BV
Black Friday fa rima con debiti
CdT/Chiara Zocchetti

Le modalità di pagamento online proposte nella giornata dei super-sconti – il Black Friday – possono spingere alcuni consumatori a fare acquisti che non sono economicamente in grado di permettersi. Secondo Michael Kuhn, esperto del servizio di confronti internet Comparis, la tendenza alla crescita dello shopping digitale – dove a farla da padrone sono la carta di credito e magari i pagamenti rateali – può essere pericolosa. “Molte persone si creano un margine di manovra sui loro conti rinviando i pagamenti”, spiega lo specialista all’agenzia Awp.

Necessaria cautela
Date anche le incertezze dettate della crisi pandemica, Kuhn consiglia di usare cautela. Vi è infatti la minaccia di vedere il proprio reddito erodersi a causa del lavoro ridotto, della disoccupazione o, per i lavoratori autonomi, del calo dei ricavi. Soprattutto per le persone con redditi bassi, gli acquisti sfrenati del ‘venerdì nero’ può diventare una trappola che si trasforma in debiti.

  • 1