Basilea: test a passeggeri da Serbia, Turchia e Israele
Da domani l’EuroAirport di Basilea-Mulhouse-Friburgo effettuerà il tampone obbligatorio per chi proviene da queste località
di Keystone-ATS
Basilea: test a passeggeri da Serbia, Turchia e Israele

L’EuroAirport di Basilea-Mulhouse-Friburgo da domani effettuerà test per il Covid-19 sui passeggeri provenienti da Serbia, Turchia e Israele.

I test sono effettuati “in modo obbligatorio e sistematico”, ha comunicato oggi l’aeroscalo sul suo sito web. Tutti i passeggeri a partire dai 12 anni di età che giungono da questi tre Paesi vi saranno sottoposti, precisa la nota.

I test vengono compiuti su disposizione dello Stato francese, ha detto il portavoce dell’EuroAirport Stefan Wyer a Keystone-ATS. Tuttavia - ha precisato - non sono sottoposti a test solo i passeggeri provenienti da Serbia, Turchia e Israele che intendono entrare in Francia, ma anche quelli che vogliono entrare in territorio elvetico.

All’EuroAirport è già in vigore l’obbligo di portare le mascherine per tutte le persone di almeno 11 anni. Si tratta anche in questo caso di una disposizione delle autorità francesi, sul cui territorio è situato lo scalo gestito congiuntamente da Svizzera e Francia.

A Zurigo e Ginevra non ci sono per il momento test obbligatori. Questi dovrebbero essere disposti dal governo, ha detto a Keystone-ATS una portavoce dell’aeroporto di Zurigo. In Svizzera viene applicata una quarantena di dieci giorni ai passeggeri provenienti da 42 Paesi o aree ad alto rischio di infezione, tra cui Serbia e Israele. Secondo l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), la Turchia non è considerata un Paese a rischio.

  • 1