Triplice medaglia elvetica nel canottaggio
Due medaglie d’argento ed una di bronzo per gli armi svizzeri in Coppa del mondo
di Americo Bottani
Triplice medaglia elvetica nel canottaggio
La gioia del quattro di coppia femminile per la conquista della medaglia d’argento

Sul lago Malta di Plovdiv (Bulgaria) è andata in scena la seconda regata di Coppa del mondo. Tre le medaglie conquistate dagli armi elvetici. Due d’argento, grazie al 4 di coppia femminile composto da Pascal Walker, Lisa Lötsher, Salomé Ulrich e Célia Dupré e alla singolista zurigese Jeannine Gmelin, già campionessa mondiale 2017 a Sarasota. “Bronzo” per il doppio “leggero” maschile di Andri Struzina e Jan Schäuble. Tutte le sette imbarcazioni rossocrociate presenti a Plovdiv si sono classificate fra le prime sei.

Con temperature “africane” e venti impetuosi, il quartetto femminile ha dimostrato di aver raggiunto un grado di forma eccezionale. Pascal Walker e compagne sono state superate unicamente dalle cinesi, campionesse olimpiche a Tokyo. Jeannine Gmelin, alla sua prima uscita stagionale, ha trovato oggi nell’olandese Karolien Florijn un’avversarie intrattabile. “Il forte vento trasversale ha condizionato la vogata lungo l’intero tracciato. È stato comunque emozionante constatare il mio attuale stato di forma. La stagione è ancora lunga. Dovrò macinare ancora parecchi chilometri per raggiungere gli obiettivi prefissati con il mio allenatore”, ci ha confidato al termine della gara la 32enne atleta in forza al RC Uster.

La medaglia di bronzo ottenuta dal doppio “leggero” maschile dopo quella d’oro conquistata tre settimane or sono nella prima regata di CdM di Belgrado rappresenta un’ulteriore iniezione di fiducia in vista dei prossimi cimenti internazionali, il primo dei quali i prossimi 8-10 luglio sul Rotsee di Lucerna, terza ed ultima tappa di Coppa del mondo. “Siamo saliti in barca assieme da solo una settimana e mezza a causa della malattia di Raphaël Ahumada. La messa a punto non è ancora ultimata ma stiamo migliorando ad ogni allenamento. Il “bronzo” di oggi ci soddisfa ampiamente ” è stato il commento di Andri Struzina. Sul gradino più alto del podio troviamo i norvegesi Ask Jare Tjoem e Lars Benske. Medaglia d’argento per i francesi Ferdinand Ludwig e Hugo Beurey.

Da sottolineare il 5° rango del due senza di Jonah Plock e Maurin Lange, del 4 di coppia di Kaj Schätzle, Patrick Brunner, Nils Schneider e Dominique Condrau in campo maschile e il 6° del doppio “leggero” femminile di Frédérique Rol e Patricia Merz.

Soddisfatto il direttore di Swiss Rowing, Christian Stofer. “Sette barche su nove hanno raggiunto la finale A. Accanto agli equipaggi già collaudati, mi ha fatto piacere il risultato ottenuto dal due senza maschile e, soprattutto, dal 4 di coppia femminile il che non fa che dimostrare la validità del nostro progetto. La Gmelin è stata in grado di tenere il passo pur confrontata con una forte concorrenza. Sono stato molto sorpreso in positivo per lo sprint messo in atto dal doppio leggero maschile che è valso loro la medaglia di bronzo. Un complesso di risultati che sono di buon auspicio per Lucerna dove saranno presenti tutte le nazioni che finalizzeranno le loro combinazioni in vista dei Campionati europei e mondiali”.

  • 1