Ticinesi in evidenza sul Lauerzersee
Un migliaio gli equipaggi al via alla seconda regata contemplata nel calendario nazionale. Nonostante le soddisfazioni per gli armi ticinesi, il vento ha provocato danni agli scafi del Club Canottieri Lugano
di Americo Bottani
Ticinesi in evidenza sul Lauerzersee

Nel fine settimana, sul Lauerzersee (Svitto) si è consumata la seconda regata contemplata nel calendario nazionale. Oltre un migliaio gli equipaggi al via. Non sono mancate le soddisfazioni per gli armi ticinesi. Tuttavia, vento che è soffiato gagliardo per tutta la notte fra sabato e domenica, ha pressoché distrutto tutti gli scafi del Club Canottieri Lugano. Unici “superstiti” tre singoli. Un bel guaio per i dirigenti del sodalizio remiero luganese che potrebbe avere serie ripercussioni nel prosieguo della stagione.

Nella giornata di sabato, inizialmente, si sono visti all’opera equipaggi facenti parte dei papabili alla maglia rossorcociata formati sulla base dei test scaturiti due settimane or sono in occasione dei trials di Corgeno. Nel quattro di coppia femminile, l’armo comprendente la ceresiana Olivia Negrinotti e completato da Olivia Roth, Nicole Schmid e Ireland Thalia Ahumada, si è imposto con un crono di 6’50”64. Nel singolo, 4° rango per la compagna di società, Nimue Orlandini.

Nel 4 di coppia maschile U19, il successo è arriso alla formazione comprendente Leonardo Salerno del Club Canottieri Lugano, Nicolas Chambres, Gian Luca Egli e Ondrej Zedke con il tempo di 6’06”73. Nel singolo femminile, ottimo 4° rango per Nimue Orlandini in 8’15”19. La ceresiana è stata preceduta da Lina Kühn, Aline Schwyzer e Seraina Fürholz. Nel doppio U19 maschile, terzo rango per Leonardo Salerno affiancato da Gian Luca Egli di Stansstad.

Il programma della giornata è poi proseguito regolarmente con equipaggi di club. Nel singolo femminile élite da sottolineare il successo di Olivia Negrinotti, un secondo posto per la compagna di società Nimue Orlandini ed un terzo per Chiara Cantoni (Lugano) nelle rispettive serie. Primo posto per Mattia Molinaro (Lugano) nella seconda serie del Singolo pesi leggeri.

Nella prima serie del singolo U19 femminile, primo posto per Giorgia Pagnamenta (Lugano), seguita da Nadia Fasani (Ceresio). L’altra luganese Maria Rosa Wicki si è imposta nella seconda serie. Pagnamenta e Wicki hanno chiuso al terzo posto nel doppio alle spalle die due formazioni “nazionali”. In campo maschile da sottolineare il successo di Andrea Granzelli (Lugano) nella prima serie ed il secondo rango per il locarnese Dario Marzilli nella seconda. Granzelli si è ripetuto nel doppio in compagnia di Massimiliano Piricone. Nell’otto U19 femminile, secondo posto per Lugano, terzo per Locarno. Successo luganese anche nel singolo U15 femminile con Anna Cincinelli e nel 4 di coppia U17 con Soley Rusca, Sofia Schenk, Giorgia Zanolini e Matilde Falbo.

La giornata conclusiva si è aperta con il chiaro successo di Leonardo Salerno nel singolo U19. Il luganese si è affermato nel tempo di 7’30”86. Alle sue spalle troviamo altri due nazionali: Ondrej Zedka e Gian Luca Egli. In campo femminile, sul gradino più alto del podio troviamo la losannese Sarha Bianchi. Seguono tre ticinesi: Giorgia Pagnamenta e Maria Rosa Wicki del Lugano, Laura Fasani della Ceresio. Nella seconda serie dei doppio U19, la vittoria non è sfuggita ai ceresiani Filippo Poretti e Lorenzo Schwaller. Medaglia d’argento per Zoe Botti (Ceresio) nel singolo pesi leggeri femminile con un crono di 8’55”42. Due “ori anche nel contesto master: Markus Grobert (Lugano) nel singolo e nel doppio, grazie ai ceresiani Romano Schubiger e Livio La Padula.

  • 1