Riapre in Ticino la stagione remiera nazionale
“Lake Lugano Rowing”: questo il nome della regata che si diputerà questo fine settimana nelle acque del Ceresio, fra Melano e Maroggia
di Americo Bottani
Riapre in Ticino la stagione remiera nazionale

Ben 402 equipaggi – 194 nella giornata d’esordio, sabato 9 aprile, 208 domenica – daranno vita alla prima regata nazionale, denominata “Lake Lugano Rowing”, che si disputa a sud del ponte-diga di Melide e più precisamente nel tratto di 2000 metri fra Melano e Maroggia. 13 i sodalizi provenienti dalla vicina Italia, 7 d’oltre Gottardo.
Folta la presenza di equipaggi ticinesi in rappresentanza dei 5 sodalizi facenti parte della Federazione Ticinese delle Società di Canottaggio (FTSC) che coinvolge circa 800 affiliati e un centinaio di ragazze e ragazzi, suddivisi nelle varie categorie d’età: U5, U17, U19, U23, élite e pesi leggeri.
Per gli equipaggi ticinesi si tratta di una ghiotta opportunità per verificare la bontà del lavoro svolto durante la lunga ed estenuante preparazione invernale. Da sottolineare che nell’8+ U17 maschile saranno al via ben 6 equipaggi e fra questi troviamo la mista Audax Paradiso/Ceresio; 5 negli U19, tra cui quelli di Lugano e di Locarno. Negli U19, in campo femminile, sempre nella barca regina, avremo in gara tre equipaggi: Gavirate, Varese e Locarno. Da seguire con particolare attenzione la prova riservata al 4 di coppia élite e pesi leggeri con in gara Gavirate, Stäfa e Ceresio, guidato dal nazionale Luis Schulte.

Un apposito comitato, capeggiato dall’avv. Michele Patuzzo è da tempo al lavoro per assicurare la perfetta riuscita della manifestazione. “Lo sforzo messo in atto lo scorso anno da un entusiasta gruppo di volontari è stato molto importante per forgiare un team affiatato. Al di là di un potenziamento generale, ci siamo premurati di ottimizzare l’offerta logistica nell’intento di meglio fruttare l’ampio terreno messoci a disposizione dalla Società Anonima Tannini Ticinesi, creando una zona ‘villaggio regata’ ben distinta dal parco barche e con migliore visibilità sul campo di regata, con una diversa disposizione dei pontili e della zona di premiazione. Ci siamo premurati di offrire agli ospiti un’esperienza coinvolgente anche a terra, grazie anche al supporto finanziario di fedeli sostenitori ed in particolare di Swisslos” ci ha confermato il presidente del Comitato di organizzazione.

Sulle principali novità messe in campo in questa prima nazionale per accogliere al meglio i partecipanti, il presidente Patuzzo così si è espresso: “La flessibilità e la prontezza di adattamento sono elementi fondamentali per organizzare questo tipo di eventi. Il grosso del lavoro logistico viene preparato con largo anticipo per evitare, nel limite del possibile, brutte sorprese anche se il numero dei partecipanti ci è stato comunicato pochi giorni prima della regata. Per questo motivo siamo stati costretti a ragionare sempre sulla previsione di un certo numero di scenari. Confidiamo su condizioni meteo favorevoli”.

Sabato si gareggerà dalle 10 alle 17.11, domenica dalle 8 alle 15.47.

  • 1