Sport
Primo obiettivo raggiunto anche per Aurelia-Maxima Janzen negli U23
14 giorni fa
Il 4 di coppia U19 rossocrociato domani cercherà di strappare il pass per la finale A.

Siamo ormai alle battute finali del Campionato del mondo che, per la prima volta, vede raggruppate le categorie U23 e U19. Oggi sono andate in scena le ultime serie di semifinali e quarti di finali e le finali A per quanto riguarda i pesi leggeri U23.

Nel contesto U23 spicca la qualifica per l’atto conclusivo della singolista Aurelia Maxima Janzen. L’atleta in forza alla SCCM ha centrato l’obiettivo, grazie ad un terzo rango, strappato con fatica (80/100), alla spagnola Ester Briz Zamorano A sorpresa, la più veloce è risultata l’irlandese Alisan Bergin, solo terza nella piccola finale lo scorso anno. La tedesca Aelxandra Föster, vincitrice della terza regata di Coppa del mondo di Lucerna lo scorso mese di luglio ha dovuto accontentarsi posizione. Rimane comunque la favorita per il titolo iridato. Nell’altra semifinale ai primi tre posti troviamo Lituania, Gran Bretagna e Grecia. Si prospetta una finale molto combattuta dove la Janzen che oggi ha vogato ad un ritmo leggermente più alto del solito (27 colpi) potrebbe recitare un ruolo da protagonista.

Sempre sul fronte U23, il singolista Bojan Reuffurth, inserito in una semifinale molto difficile, non è andato oltre il quarto rango, alle spalle di Australia, Francia e Stati Uniti e dovrà quindi accontentarsi di un posto nella finale minore (dal 6° al 13° rango).

A mezzogiorno è andata in scena la finale del 4 di coppia pesi leggeri. Molte le speranze poste nel quartetto rossocrociato in virtù del primo rango ottenuto in batteria. Purtroppo, quest’oggi, Tommaso Fassone, Dorian Rosenberg, Cedric Payer e Tobias Fürholz, pur facendo segnale lo stesso tempo della batteria (5’59”90), non hanno mai saputo entrare nel vivo della lotta per le prime posizioni, chiudendo malamente al 6° ed ultimo rango, preceduto, nell’ordine, da Italia – grande mattatrice della giornata nel contesto dei “leggeri” – Germania, Francia Stati Uniti e Danimarca. Sempre per quanto riguarda la categoria U23 da sottolineare il successo di Olivia Roth e Seraina Fürholz nella finale B del 2 senza e il secondo posto nella finale C della peso leggero zurighese Aline Schwyzer.

Nella categoria U19, grande prova del doppio maschile. Ivo Löpfe e Ondrej Zedka, già in evidenza nella prova d’esordio, si sono ripetuti questa mattina nel quarto di finale portato a termine in seconda posizione alle spalle degli italiani Marco Dri e Marco Selva, staccati di soli 76/100. Strepitoso il finale dei giovani rossocrociati che ha consentito loro di superare la pur quotata formazione francese. Domani cercheranno il tutto per tutto per assicurarsi un posto per la finale maggiore. Nulla da fare invece né per il 4 senza di Valentino Gasch, Robin Rüchti, Luka Jankovic e Jonas Frei, né per il singolista romando Nicolas Chamber, entrambi classificati al 5° rango, il primo nel ripescaggio, il secondo nei quarti di finale.

Domani mattina il quattro di coppia maschile comprendente l’atleta del Club Canottieri Lugano, Leonardo Salerno cercherà il pass per l’atto conclusivo. La gara è prevista alle 10.20. La griglia è completata da Bulgaria, Italia, Grecia, Polonia e Olanda. All’atto conclusivo passano i primi tre classificati. Impresa difficile ma non impossibile.

© Ticinonews.ch - Riproduzione riservata