Lugano salvo, battuto in rimonta il Servette
I bianconeri rispondono a Koné grazie ad un’autorete dell’ex Rouiller e alle reti di Gerndt e Maric. Intanto l’YB si laurea campione svizzero per la 14ma volta
di Roberto Quadri
Lugano salvo, battuto in rimonta il Servette
Lugano salvo, battuto in rimonta il Servette
L’autorete di Rouiller, che ha permesso ai bianconeri di pareggiare al 42’.
Lugano salvo, battuto in rimonta il Servette
Il punto d’apertura siglato da Koné al 20’.
Lugano salvo, battuto in rimonta il Servette
Il definitivo 3-1 di Maric all’82’.

Grazie al successo casalingo per 3-1 sul Servette, il Lugano, (questa sera in maglia gialla fosforescente) si è assicurato la salvezza matematica ad una giornata dal termine dell’interminabile stagione 2019/20. Di fronte ad una squadra scesa già ieri in Ticino e priva di parecchi titolari, i bianconeri sono riusciti a rimontare il punto firmato da Koné al 20’, grazie ad un autogol dell’ex Rouiller, che ha maldestramente deviato alle spalle dell’altro ex Kiassumbua (42’).

Nella ripresa, la squadra di Jacobacci, spesso a disagio nei primi 45 minuti dinanzi ad un Servette molto volitivo ed insidioso, ha decisamente cambiato marcia, trovando il gol del 2-1 con un’incornata di Gerndt (sesto centro stagionale per lo svedese) al 50’ e chiudendo poi la sfida con un’altra capocciata (questa volta di Maric) all’82’.

Bianconeri ora sesti. Lo Young Boys campione svizzero per la 14ma volta

Lunedì sera (inzio alle 20.30) allá Maladière, contro il già retrocesso Neuchâtel Xamax, umiliato (6-0) questa sera a San Gallo, capitan Sabbatini, e compagni (ora sesti) cercheranno addirittura di scavalcare in classifica il Lucerna, chiudendo il campionato in quinta posizione. Da parte sua, lo Young Boys ha conquistato il suo terzo titolo consecutivo, 14mo della storia battendo ain trasferta il Sion per 1-0 grazie al gol di Martins al 14’.

Tabellino

Lugano-Servette 3-1 (1-1)

Reti:_20’ Koné 0:1, 42’ Rouiller (autorete) 1:1, 50’ Gerndt 2:1, 82’ Maric 3:1.

Lugano (3-1-4-2): Baumann; Kecskés, Maric, Daprelà;_Custodio (90’ Covilo);_Lavanchy, Lovric (67’ Guidotti), Sabbatini, Yao (90’ Jefferson); Gerndt (80’ Janga), Lungoyi (90’ Macek).

Servette (4-4-2): Kiassumbua;_Sauthier (76’ Mazzolini), Rouiller, Henchoz, Iapichino (59’ Gonçalves);_M. Stevanovic (70’ Ajdini), Maccoppi (59’ Holcbecher), Martial, Imeri;_Koné, Cognat (70’ Guérin)

Note: Stadio Cornaredo. 1.000 spettatori. Arbitro: Fedayi San. Lugano privo di Bottani e Holender (entrambi infortunati); Servette senza Routis, Cespedes, Alves, Sasso, Kyei, Ondoua, Sanmba, Severin, Schalk, Tasar (tutti infortunati). Ammoniti: 63’ Lovric, 76’ Maric, 78’ Bauman, 88’ Ajdini. Tiri nello specchio della porta: 3-2. Angoli: 5-2. Possesso palla: 52%-48%.

Risultati della 35ma giornata di Super League: Lugano-Servette 3-1, Lucerna-Zurigo 2-1, Sion-Young Boys 0-1, San Gallo-Neuchâtel Xamax 6-0, Thun-Basilea 0-0.

Classifica di Super League: 1. Young Boys 35/73, 2. San Gallo 35/68, 3. Basilea 35/61, 4. Servette 35/49, 5. Lucerna 35/45, 6. Lugano 35/44, 7. Zurigo 35/42, 8. Thun 35/37, 9. Sion 35/36, 10. Neuchâtel Xamax 35/27.

  • 1