Lugano, l'antipasto è indigesto!
I bianconeri nettamente sconfitti dal San Gallo per 3-0. Un rigore e due errori difensivi hanno permesso agli uomini di Ziedler di conquistare i tre punti ed avvicinare i bianconeri al quarto posto in classifica
di Redazione
Lugano, l'antipasto è indigesto!
Immagini CdT / Gabriele Putzu

Se quello di oggi era l'antipasto (o l'anteprima, fate voi) della finalissima di Coppa Svizzera, beh, al Lugano è andato di traverso visto che è uscito nettamente battuto dai prossimi avversari della sfida in programma il 15 maggio prossimo a Berna. San Gallo padrone del campo, insomma, e già sicuro della vittoria al termine del primo tempo, concluso sul 3-0. Un rigore e due errori difensivi hanno infatti permesso agli uomini di Ziedler di conquistare i tre punti ed avvicinare i bianconeri al quarto posto in classifica. E tutto ciò a cinque sole giornate dal termine del campionato.

San Gallo, grande efficacia
Come previsto Croci Torti è costretto a cambiare formazione rispetto alla vittoriosa semifinale contro il Lucerna: Bottani è infortunato mentre Maric, Daprelà e Rüegg sono tenuti inizialmente in panchina. Per le seconde linee Valenzuela, Durrer e Haile-Selassie questa è una buona occasione per mettersi in mostra. Nel San Gallo invece è assente il fantasista Quintillà (squalificato). Ed è proprio la squadra di casa a lanciarsi subito in avanti, sostenuta a gran voce dal proprio pubblico. Ma i bianconeri sembrano ligi alle consegne del loro Mister e tengono botta. Attorno al ventesimo, però, Lovric stende Von Moos in modo irregolare (intervento inutile visto che il sangallese non stava puntando la porta) e per Cibelli è rigore. Rigore che lo specialista Görtler non sbaglia dal dischetto. Il primo tempo non offre grandi spunti: il ritmo è piuttosto ridotto, le due squadre non hanno troppe energie da spendere (parecchie le hanno messe in Coppa, soprattutto i bianconeri) e le occasioni da rete sono pochissime. Poi però nel giro di due minuti il San Gallo infligge una tremenda botta al Lugano: dapprima al 32. con Von Moos e quindi al 34. con Schubert. 3-0! Incredibile. E la difesa bianconera (vero Hajrizi?) non ne esce certamente bene. Partita già decisa? Si direbbe.

Girandola di cambi
Croci Torti a metà tempo decide di togliere Hajrizi, i cui errori hanno permesso al San Gallo di allungare. Entra Aliseda, e la difesa passa a quattro, con Ziegler e Custodio centrali. Ma è ancora il San Gallo a farsi pericoloso: al 52esimo colpisce infatti la traversa con Schubert in seguito ad un calcio di punizione battuto da Görtler. Poi è tutta una girandola di cambi in attesa del fischio finale di Cobelli, che arriva dopo qualche recriminazione bianconera per un paio di occasioni sprecate da Amoura e Aliseda. Per il Lugano è questa la terza sconfitta consecutiva. Qualche attenuante c'è, è pur vero: gli infortunati, le assenze, il calo psicologico dopo il passaggio di turno ma di certo perdere così non fa piacere. Una giornata da dimenticare. In attesa di un pronto riscatto sabato prossimo contro il Grasshopper. La finale di Coppa è ancora lontana.

San Gallo-Lugano 3-0
Reti:
19. Görtler (rigore) 1-0; 32. Von Moos 2-0; 34. Schubert 3-0

San Gallo: Zigi; Sutter (79. Lungoyi), Maglica, Stergiou, Cabral; Fazliji; Toma (46. Jankewitz), Görtler; Guillemenot (64. Duah), Schubert (64. Besio), Von Moos (79. Schmidt)
Lugano:
Saipi; Hajrizi (46. Aliseda), Custodio, Ziegler; Valenzuela (72. Rüegg), Lovric, Durrer (56. Mahmoud), Lavanchy; Sabbatini; Haile-Selassie (56. Yuri), Celar (56. Amoura)
Arbitro: Luca Cibelli
Spettatori: 17.048

  • 1