La Liga denuncia il Psg alla Uefa
La situazione economica del club parigino secondo gli spagnoli non avrebbe dovuto permettere il rinnovo di Mbappé
di FM
La Liga denuncia il Psg alla Uefa
Immagine Shutterstock

La Liga, organo che gestisce il massimo campionato calcistico spagnolo, ha dichiarato ufficialmente la sua intenzione di voler portare il Paris Saint Germain, che ha recentemente rinnovato il contratto di Kylian Mbappé, di fronte alla Uefa. La società sarà inoltre denunciata, si legge “alle autorità amministrative e fiscali francesi, oltre che a quelle dell’UE per continuare a difendere l’ecosistema del calcio europeo e la sua sostenibilità”.

Il retroscena: il “caso” Mbappé
La dichiarazione giunge poche ore dopo l’annuncio del prolungamento del contratto di Mbappé a Parigi. Lo stesso attaccante francese, tra i migliori giocatori al mondo, era stato accostato al Real Madrid in una trattativa che sembrava data per conclusa. Il nuovo contratto comporta delle cifre monstre: 130 milioni di euro alla firma, e 30 milioni all’anno fino al 2025.

I toni duri del comunicato
L’organizzazione spagnola, si legge, definisce “scandaloso che club come il Psg, che la scorsa stagione hanno riportato perdite di oltre 220 milioni di euro, dopo aver accumulato perdite per 700 milioni di euro (riportando introiti di sponsorship dubbiosi), con un costo della squadra di circa 650 milioni di euro a stagione, possa chiudere un tale accordo”.
Il comunicato prosegue indicando come le passate denunce de LaLiga abbiano portato a delle condanne della Uefa per il mancato rispetto del fair-play finanziario. Queste condanne sarebbero però state rovesciate dal Tribunale Arbitrale dello Sport di Losanna, con decisioni “bizzarre”.
In conclusione, il comunicato accusa il presidente del Psg Nasser Al-Khelaifi di aver continuato ad operare delle pratiche tali da mettere in pericolo decine di migliaia di euro; e ciò, nonostante il suo accesso alle cariche in seno al Comitato esecutivo Uefa e alla presidenza dell’Associazione dei Club europei. Tale comportamento è definito “tanto rischioso quanto la Superlega”.

Un mercato gigantesco, in rapida espansione
Secondo un rapporto stilato da Deloitte, il calcio europeo ha generato un mercato del valore di 25,2 miliardi di euro nell’anno 2019/2020, cifra in leggera contrazione (imputata alla pandemia) dopo i 28,9 miliardi di euro dell’annata 2018/2019. I grafici della piattaforma Statista dimostrano inoltre come il valore di questo mercato sia più che raddoppiato in 16 anni, passando da un valore di 13.6 miliardi di euro nel 2006 ai valori, già citati sopra, del 2022.

  • 1