Sport
Il Rotsee di Lucerna si trasforma in rossoblù
La gioia di Leonardo Salerno (CC Lugano), vincitore nel singolo U19
La gioia di Leonardo Salerno (CC Lugano), vincitore nel singolo U19
un mese fa
Campionati nazionali avvalorati dalla presenza di 720 equipaggi in rappresentanza di 54 società

Sono ben 20 le medaglie conquistate dagli armi ticinesi presenti in buon numero sul bacino lucernese del Rotsee in occasione dei Campionati nazionali 2022. 4 d’oro, 10 d’argento e 6 di bronzo. Un risultato che va ben oltre le più rosee aspettative della vigilia e che conferma l’eccellente “stato di salute” del movimento remiero cantonale.

Tre le medaglie ottenute dai ticinesi nel contesto élite femminile, tutte d’argento. Nel doppio grazie all’armo della Ceresio formato da Olivia Negrinotti e da Nimue Francesca Orlandini, campionesse uscenti. Il titolo è andato, come nelle previsioni, alla mista SC Zugo/Lausannes Sport composto dalle olimpioniche Patricia Merz e Frédérique Rol. Quarto rango per la seconda formazione ceresiana di Zoe Botti e Nicole Sala. Nel 4 di coppia la mista Lugano Ceresio di Chiara Cantoni, Giorgia Pagnamenta e dalle già citate Negrinotti e Orlandini s’è dovuta inchinare solamente all’armo del SC Lucerna. Nel singolo, l’esponente della SCCM, Aurelia Maxima Janzen, al suo debutto nella nuova categoria, ha confermato le sue eccezionali potenzialità. Ha chiuso al secondo rango alle spalle dell’inarrivabile Jenannine Gmelin: L’atleta in forza al RC Uster, il prossimo fine settimana difenderà i colori rossocrociati nella terza ed ultima prova di Coppa del mondo, proprio sul Rotsee. Quarto rango per la ceresiana Nicole Sala.

Tre le medaglie anche nel contesto pesi leggeri grazie al doppio femminile di Giorgia Pagnamenta e Chiara Cantoni e a quello maschile di Alessandro Piricone e Mattia Molinaro, entrambi del CC Lugano, quest’ultimo accreditato del medesimo tempo dell’armo del RC Thalwil.

Negli U19, Leonardo Salerno si è laureato campione nazionale al termine di una gara combattuta per la presenza di avversari di tutto rispetto, come i compagni di nazionale, Gian Luca Egli del SC Stansstad e Nicolas Chamnber di Vevey, classificatisi nell’ordini, staccati di 57/100, rispettivamente 3”19. Quinto rango per il ceresiano Filippo Poretti. Nel doppio femminile,

medaglia d’argento per il doppio femminile luganese di Giorgia Pagnamenta (la terza, per lei) e Maria Rosa Wicki. Medaglia di bronzo per il 4 di coppia del Lugano in campo maschile.

Nel doppio femminile U17 chiaro successo della Locarno con Beatrice Ravini Perelli e Lucia Breganni. La Ravini Perelli si è classificata al secondo posto nella prova in singolo, alle spalle della bernese Aurelia Benati. “Argento” anche per il 4 di coppia femminile del Lugano e per il doppio della SCCM composto da Andrea e Marco Frigo. Medaglia di bronzo sfiorata sia per l’otto maschile luganese, staccato di 1”35 dal Vevey sia per il 4 di coppia misto maschile Locano/SCCM (13/100 dal SC Richterswil).

Negli U15 Anna Cincinelli ha chiuso al secondo rango, preceduta dalla luganese Olivia Leuni.

Ticinesi in bella evidenza anche nel settore master: nel singolo, doppio e quattro di coppia.

© Ticinonews.ch - Riproduzione riservata