Sport
Il Governo australiano: “Djokovic torni a casa”
7 mesi fa
Canberra precisa che il visto di Nole sarà negato indipendentemente dal verdetto del tribunale previsto per questa notte

A poche ore dell'udienza sulla validità o meno della certificazione anti covid di Novak Djokovic per entrare in Australia e partecipare agli Australian Open, il tribunale di Melbourne ha pubblicato la risposta che il governo australiano porterà in aula, nella quale si sottolinea che Nole “non è vaccinato”.

In essa viene puntualizzato che non esistono garanzie di ingresso da parte di un non cittadino australiano nel Paese. Esistono infatti criteri per l'ingresso e ragioni per cui il visto può essere annullato o rifiutato e il Ministro dell'Interno ha il potere di verificare le prove e di cancellare il visto. In conclusione, si legge nel documento, la domanda di Novak Djokovic deve essere rifiutata.

Il Governo ribadisce inoltre la propria facoltà di annullare il visto anche nel caso in cui il tribunale desse ragione al campione serbo e revocasse la prima cancellazione del visto. Questo perché “l’Australia, in quanto paese sovrano, mantiene la massima discrezionalità su chi lascia entrare nel suo Paese”.

© Ticinonews.ch - Riproduzione riservata