Il Chiasso esce a testa alta dal Letzigrund: lo condanna un rigore
Buona prova dei decimatissimi rossoblù, che dopo aver trovato il pareggio con Piccinni all’81’ subiscono il 2-1 di Chagas all’84’
di Roberto Quadri
Il Chiasso esce a testa alta dal Letzigrund: lo condanna un rigore
Il rigore decisivo trasformato da Chagas all’84.
Il Chiasso esce a testa alta dal Letzigrund: lo condanna un rigore
Il pareggio di Piccinni all’81’
Il Chiasso esce a testa alta dal Letzigrund: lo condanna un rigore
L’esultanza del capitano rossoblù dopo il suo secondo con la maglia del Chiasso.
Il Chiasso esce a testa alta dal Letzigrund: lo condanna un rigore
La splendida conclusione del giovane Randy Schneider, che ha regalato il punto d’apertura allo Zurigo all’11’ del primo tempo.
Il Chiasso esce a testa alta dal Letzigrund: lo condanna un rigore
Il centrocampista rossoblù Nzila Goma a terra.
Il Chiasso esce a testa alta dal Letzigrund: lo condanna un rigore
Il clamoroso palo esterno colpito da Bahloul al 36’ del primo tempo.

Un dubbio calcio di rigore per un intervento di Huser su Gjorgjev, trasformato dal brasiliano Chagas all’84’, ha privato il coraggioso e generoso Chiasso di un pareggio che, alla luce di quanto visto soprattutto nel secondo, avrebbe ampiamente meritato contro il Grasshoppers, seconda forza del campionato e sempre in corsa per la promozione diretta in Super League.

Scesi in campo con soltanto due riserve in panchina oltre al portiere di riserva Guarnone, i rossoblù hanno reagito positivamente al prematuro gol d’apertura (spettacolare conclusione da 20 metri insaccatasi all’incrocio dei pali dopo un rinvio errato di Conus) del 18enne Randy Schneider all’11’, contenendo senza soverchi problemi la sterile supremazia fatta registrare dalle Cavallette nel corso del primo tempo e colpendo addirittura un palo esterno con una conclusione in corsa di Bahloul al 36’.

Nella ripresa, con l’entrata in campo del giovane centrocampista del Team Ticino Zahaj al posto di Cyzas, i chiassesi si sono resi particolarmente pericolosi con due diagonali di Conus (69’) e Huser (72’), prima di trovare il meritato gol del pareggio con capitan Piccinni, lesto a superare Salvi da sottomisura (81’) sugli sviluppi di una punizione calciata dalla destra da Bahloul, deviata di testa da Huser e non trattenuta dall’ex portiere del Lugano. Gioia, purtroppo, di brevissima durata per i rossoblù, perchè soltanto tre minuti più tardi, il direttore di gara Jancevski ha accordato il sopracitato calcio di rigore, che ha deciso la sfida.

Chiasso che esce a testa alta dal Letzigund e che venerdì sera al Riva IV (calcio d’avvio alle 18.15) cercherà di ottenere il primo successo post lockdown, ospitando il Winterthur.

Tabellino

Grasshoppers-Chiasso 2-1 (1-0)

Reti: 11’ Schneider 1:0, 81’ Piccinni 1:1, 84’ Chagas (R) 2:1.

Grasshoppers (4-2-3-1): Salvi; Dickenmann, Cvetkovic, Salatic, Arigoni; Diani, Scheidegger (74’ Buff); Schneider (60’ Fehr), Ben Khalifa (60’ Morandi), Gjorgjev; Zè Turbo (60’ Chagas).

Chiasso (5-4-1 Diamante): Jacot; Berzati, Wolf, Piccinni, Conus, Gamarra; Bahloul, Huser, Cyzas (46’ Zahaj), Nzila Goma (87’ Keller); L. Kryeziu.

Note: Stadion Letzigrund. 1.000 spettatori. Arbitro: Jancevski. Grasshoppers privo di Rustemoski (in quarantena Covid-19); Wittwer, Gölzer, Pusic, Cabral (tutti infortunati) ; Chiasso senza Antunes (squalificato), Bellante, Dixon, Hajrizi, Hadzi, Martorana, Aliu, Doldur, Almeida, Marzouk. Tiri nello specchio della porta 3-1 (1-0). Possesso palla: 65%-35%. Ammoniti: 45’ Salatic, 76’ Buff, 86’ Huser.

Risultati della 31ma giornata di Challenge League: Kriens-Losanna 0-3, Winterthur-Sciaffusa 1-0, Grasshoppers-Chiasso 2-1, Vaduz-Aarau 1-1, Stade Losanna Ouchy-Wil (me, 18.15).

Classifica di Challenge League: 1. Losanna 31/64, 2. Grasshoppers 30/56, 3. Vaduz 31/52, 4. Kriens 31/49, 5. Winterthur 31/42, 6. Will 29/38, 7. Aarau 31/36, 8. Stade Losanna-Ouchy 30/35, 9. Sciaffusa 31/30, 10. Chiasso 31/18.

  • 1