Sport
"I prezzi dei giocatori scenderanno e vedremo più scambi"
Il procuratore Tommaso Manicone sul mercato calcistico e i cambiamenti legati al Covid-19: "Emergerà chi ha lavorato con serietà"
La Redazione
"I prezzi dei giocatori scenderanno e vedremo più scambi"
"I prezzi dei giocatori scenderanno e vedremo più scambi"

Tommaso Manicone, proprietario dell'omonima agenzia, è uno dei giovani procuratori che si trovano ad affrontare un mercato che potrebbe cambiare radicalmente dopo l'emergenza Covid-19: "Credo ci saranno strascichi economici importanti, non si potrà spendere come prima. Certo la competenza sentirà meno la crisi. Chi ha lavorato e lavorerà bene, progettando e senza fare il passo più lungo della gamba avrà un impatto negativo più contenuto. I prezzi dei giocatori scenderanno e vedremo più scambi. Un ruolo importante lo giocheranno i giovani del vivaio, per loro ci saranno più opportunità. Ma come dicevo emergerà chi ha lavorato con serietà. Ai giovani va dato tempo, anche di sbagliare. Solo attraverso gli errori si può crescere. Le società devono avere pazienza."

Durante una delle nostre puntate di [email protected] è emerso un discorso a proposito della riduzione degli stipendi. I giovani saranno più propensi ad accettare, mentre i giocatori a fine carriera probabilmente non lo faranno. "Non credo" risponde Manicone. "C'è un aspetto da prendere in considerazione per i giocatori a fine carriera, la possibilità di spalmare il contratto su un'ulteriore stagione".

Chi è ripartito, come la Bundesliga sarà avvantaggiato nella quotazione dei propri giocatori rispetto a chi si vedrà annullata la stagione? "Bisognerà vedere le misure che verranno adottate, i compensi, i diritti televisivi qualora non si dovesse giocare. Le squadre devono programmare bene, al meglio, la prossima stagione comunque. Bisogna allenarsi anche sperimentando per aumentare la qualità. E qui torniamo al discorso dei giovani che in questo periodo possono trovare più spazio, quello che faticano magari ad avere quando i ritmi del calcio sono frenetici e questo non permette loro di dimostrare tutte le potenzialità che hanno."