Vittoria in rimonta per il Lugano
I bianconeri superano 7-3 il Langnau e staccano il pass per i playoff
Redazione
Vittoria in rimonta per il Lugano
© CdT/Gabriele Putzu

È una vittoria che vale la qualificazione ai playoff quella ottenuta dal Lugano contro il Langnau. I bianconeri si sono imposti 7-3, grazie alle sei reti trovate nell’ultimo periodo, e sono ora certi di concludere la regular season tra i primi sei.

Langnau subito avanti
Inizia male la partita del Lugano, costretto ad incassare la rete d’apertura di Sturny dopo appena 48 secondi di gioco. I bianconeri hanno subito l’opportunità di giostrare con l’uomo in più, ma faticano a rendersi pericolosi. Tocca quindi ai tigrotti beneficiare di una superiorità numerica, ed è proprio in boxplay che il Lugano si costruisce l’occasione migliore della prima frazione; Arcobello si presenta infatti tutto solo di fronte a Zaetta, senza riuscire però a superare l’estremo difensore bernese. Ristabilita la parità numerica, gli ospiti sfiorano il punto del raddoppio colpendo un palo con Neukom. Il gol dello 0-2 è comunque solo rimandato e arriva infatti al 13’53’’: in situazione di inferiorità numerica, il Langnau riparte in contropiede e Flavio Schmutz batte Schlegel con un backand in mezzo ai gambali. I bernesi chiudono il periodo iniziale in powerplay e sfiorano anche la terza rete. Il parziale però non cambia e i primi venti minuti si concludono quindi con i tigrotti avanti di due lunghezze.

Il Lugano accorcia le distanze....
In avvio di periodo centrale il Langnau ha immediatamente la possibilità di giocare in cinque contro quattro, e gli uomini di Franzén si fanno vedere a più riprese dalle parti di Schlegel. I bianconeri, dal canto loro, provano a scuotersi e riescono a dimezzare lo scarto a metà partita grazie a Walker. Accorciate le distanze, i padroni di casa rischiano subito di capitolare nuovamente: Sturny si lancia verso la porta bianconera e viene fermato fallosamente. Rigore. Blaser si incarica della battuta, ma Schlegel ha la meglio. La sfida a questo punto si accende, con i tentativi di Herburger e Sannitz da una parte e di Julian Schmutz dall’altra. Nessuna delle due squadre trova però la via del gol e dopo quaranta minuti il punteggio è dunque di 2-1 in favore dei bernesi.

....e completa la rimonta
Dopo appena 36 secondi di gioco nella terza frazione, il Langnau realizza la rete dell’1-3. Il marcatore è Huguenin, a segno con un preciso slap. Trascorrono appena 25 secondi e gli uomini di Pelletier si rifanno sotto grazie al gol di Herburger. Al 43’32’’ i bianconeri acciuffano quindi il pareggio in powerplay con Fazzini, il cui tiro si infila tra i gambali di Zaetta. Cinque minuti dopo il Lugano si porta per la prima volta in vantaggio grazie a Loeffel, in gol a sua volta in situazione di superiorità numerica. I ticinesi non si fermano e trovano anche il punto del 5-3 con Vedova al 50’10’’. Sale poi in cattedra Fazzini, autore di due reti nello spazio di due minuti. La sfida termina dunque 7-3 in favore del Lugano.

Tabellino:

HC Lugano-SCL Tigers 7-3 (0-2) (1-0) (1-6)
Reti:
00’48’’ Sturny (J. Schmutz) 0-1; 13’53’’ F. Schmutz (Sturny, in 4 c. 5!); 30’18’’ Walker (Nodari, Zangger) 1-2; 40’36’’ Huguenin 1-3; 41’01’’ Herburger (Loeffel, Chiesa) 2-3; 43’32’’ Fazzini (Loeffel, Herburger, in 5 c. 4) 3-3; 48’20’’ Loeffel (Morini, Riva in 5 c. 4) 4-3; 50’10’’ Sannitz (Vedova, Nodari) 5-3; 54’42’’ Fazzini Herburger, in 5 c. 4) 6-3; 56’41’’ Fazzini (Arcobello, Heed, in 5 c. 3) 7-3
Arbitri:
Wiegand e Dipietro (Schlegel e Wolf)
Penalità: 4x2’ contro Lugano; 8x2’ contro Langnau
Lugano: Schlegel; Heed, Wellinger; Loeffel (C), Chiesa; Nodari, Wolf; Riva; Bürgler, Arcobello, Boedker; Fazzini, Morini, Suri; Lammer, Herburger, Josephs; Walker, Sannizt, Zangger; Vedova; Allenatore: Pelletier
Langnau: Zaetta; Blaser, Leeger; Erni, Huguenin; Lardi, Grossniklaus; Bircher; Berger (C), Weibel, Neukom; J. Schmutz, F. Schmutz, Sturny; Petrini, In-Albon, Wenger; Andersons, Melnalksnis, Dostoinov; Allenatore: Franzén
Note: Lugano senza Bertaggia, Traber e Lajunen (infortunati); Haussener, Brennan, Antonietti e Romanenghi (sovrannumero). Langnau senza Earl, Nilsson, Rüegsegger, Salzgeber, Kuonen, Diem e Nolan (infortunati); Guggenheim (Farmteam); Maxwell, Punnenovs e Glasuer (ammalati)

Gli altri risultati di serata:
Davos-Zurigo 2-3
Losanna-Ginevra-Servette 1-5
Zugo-Friborgo 4-0

Classifica Lna:
1. Zugo; 2. Lugano; 3. Losanna; 4. Zurigo; 5. Friborgo; 6. Ginevra; 7. Bienne; 8. Davos; 9. Berna; 10. Rapperswil; 11. Ambrì-Piotta; 12. Langnau

  • 1