Troppo Zurigo per il Lugano
I ticinesi escono sconfitti per 5-2 dall’Hallenstadion. Decisive le tre reti trovate dai Lions nel periodo centrale
di Thomas Schürch
Troppo Zurigo per il Lugano
© CdT/Gabriele Putzu

Prima sconfitta esterna per il Lugano. Gli uomini di McSorley, con soli due stranieri sul ghiaccio, vengono battuti 5-2 dallo Zurigo all’Hallenstadion. Si ferma dunque a tre la serie di vittorie consecutive dei bianconeri.

Morini in gol
Gli zurighesi partono forte e mettono sotto pressione a più riprese la retroguardia bianconera. L’occasione migliore se la costruiscono però i ticinesi al sesto minuto, quando una bella combinazione sull’asse Herburger-Boedker permette al danese di andare al tiro da posizione invitante. E sono proprio gli ospiti a portarsi in vantaggio al 07’56’’ grazie a Morini, il cui tocco risolve una mischia davanti a Flüeler.

I Lions reagiscono e si fanno vedere in avanti con Roe. Ci provano poi Arcobello da una parte e Quenneville dall’altra. I padroni di casa chiudono la frazione all’attacco ma senza trovare la via del gol, e le due squadre vanno al primo intervallo sul parziale di 0-1.

I Lions ribaltano la situazione
Lo Zurigo torna sul ghiaccio con il piglio giusto e acciuffa il pareggio al 21’33’’. Il marcatore è Weber, a segno con uno slap dalla linea blu. Seguono poi nuovi powerplay da entrambe le parti, ma nessuna delle due compagini riesce a rendersi pericolosa con l’uomo in più.

Con il trascorrere dei minuti gli uomini di Grönborg prendono gradualmente in mano il controllo delle operazioni e sfiorano il punto del 2-1, colpendo un clamoroso doppio palo con Malgin. La seconda rete zurighese è comunque solo rimandata e cade al 33’15’’, quando Alatalo devia involontariamente alle spalle di Schlegel un appoggio di Sigrist. Passati in vantaggio, i Lions continuano a premere e Quenneville, favorito da una strana traiettoria del puck, realizza a otto secondi dal 40esimo il gol del 3-1 in situazione di superiorità numerica.

Ultime reti sui due fronti
A metà del periodo conclusivo Quenneville mette a segno il 4-1, firmando così la personale doppietta. Negli ultimi cinque minuti c’è spazio ancora per le reti di Walker e Malgin, siglate entrambe in powerplay. La sfida termina dunque sul risultato di 5-2 in favore dello Zurigo.

Tabellino:

ZSC Lions-HC Lugano 5-2 (0-1) (3-0) (2-1)
Reti: 07’56’’ Morini 0-1; 21’33’’ Weber (Krüger, Sigrist) 1-1; 33’15’’ Sigrist 2-1; 39’52’’ Quenneville (in 5 c. 4) 3-1; 49’32’’ Quenneville (Guebey, Malgin) 4-1; 55’42’’ Walker (Arcobello, Fazzini, in 5 c. 4) 4-2; 59’16’’ Malgin (Andrighetto, in 5 c. 4) 5-2
Arbitri: Lemelin e Urban (Cattaneo e Huguet)
Penalità: 5x2’ contro Zurigo; 6x2’, 10’ (Walker) e 5’ + penalità di partita (Tschumi) contro Lugano
Zurigo: Flüeler; Noreau, Marti; Trutmann, Geering (C); Weber, Guebey; P. Baltisberger; C. Baltisberger, Roe, Andrighetto; Azevedo, Malgin, Quenneville; Sopa, Krüger, Sigrist; Aeschlimann, Schäppi, Pedretti; Allenatore: Grönborg
Lugano: Schlegel; Alatalo, Riva; Nodari, Müller; Chiesa, Guerra; Wolf; Fazzini, Arcobello (C), Stoffel; Boedker, Herburger, Morini; Bertaggia, Thürkauf, Walker; Traber, Tschumi, Vedova; Allenatore: McSorley
Note: premiati Sigrist e Morini

Gli altri risultati di serata:
Berna-Bienne 3-4 ds
Ginevra-Servette-Friborgo 1-3
Losanna-Davos 2-5
Langnau-Rapperswil 4-5
Zugo-Ajoie 2-3 ds

Classifica Lna:
1. Bienne 8/22; 2. Zugo 8/18; 3. Zurigo 6/14; 4. Lugano 7/11; 5. Friborgo 7/11; 6. Davos 6/10; 7. Rapperswil 7/9; 8. Ambrì-Piotta 6/8; 9. Berna 7/7; 10. Servette 7/6; 11. Langnau 7/6; 12. Losanna 6/5; 13. Ajoie 6/5

  • 1