Playoff, buona la prima per il Lugano
I bianconeri si impongono in gara 1 con un perentorio 6-2
Redazione
Playoff, buona la prima per il Lugano
© CdT/ Chiara Zocchetti

Iniziano con il piede giusto i playoff del Lugano. Gli uomini di Pelletier, con Schlegel tra i pali, superano 6-2 il Rapperswil nel primo impegno del post season. Decisive le quattro reti trovate dai sottocenerini nel terzo tempo.

Schweri risponde a Suri
Ritmi subito alti alla Cornèr Arena. Il Rapperswil si fa vedere per primo in avanti, ma è il Lugano a costruirsi le occasioni migliori. E sono infatti i bianconeri a portarsi in vantaggio al 03’54’’ grazie a Suri, che supera Nyffeler con un backhand in mezzo ai gambali. I ticinesi hanno subito l’opportunità di raddoppiare con Bertaggia, la cui deviazione termina a lato di poco. Tocca poi ad Arcobello rendersi pericoloso. Lo statunitense si presenta tutto solo di fronte a Nyffeler, senza riuscire però a superare l’estremo difensore avversario. A metà del periodo iniziale gli ospiti sfruttano quindi la prima superiorità numerica del confronto per siglare il punto del pareggio: Lehmann va al tiro, Schlegel respinge e Schweri spedisce il disco in porta. Tocca poi ai sottocenerini beneficiare di un powerplay, ma sono ancora i sangallesi a farsi vedere in avanti con Rowe. Nel finale di frazione ci provano Arcobello e Heed per il Lugano, ma il risultato non cambia e le due squadre vanno così alla prima pausa sul risultato di 1-1.

Lajunen per il 2-1
In avvio di periodo centrale Nyffeler neutralizza un pericoloso tiro di Heed. Il Lugano ha poi l’opportunità di giostrare in superiorità numerica e, dopo aver rischiato di capitolare su un tentativo di Rowe, gli uomini di Pelletier si riportano avanti con Lajunen. Il ‘Rappi’ va a caccia del nuovo pareggio e negli ultimi sei minuti gli ospiti si costruiscono due buone occasioni con Forrer (murato da Schlegel) e Moses, che non inquadra però la porta. La seconda frazione si chiude dunque sul parziale di 2-1.

I ticinesi chiudono la contesa
Pioggia di gol nelle battute iniziali del terzo tempo: una rapida azione dei sottocenerini permette a Loeffel di realizzare la rete del 3-1 al 41’54’’. Trascorrono appena 49 secondi e l’ex di turno Profico accorcia le distanze. Al 42’43’’ ci pensa allora Bürgler a siglare il quarto punto di serata per i padroni di casa. A metà dell’ultima frazione i sangallesi vanno vicini al gol in situazione di quattro contro quattro, ma Maier tira alto. Tocca quindi a Fazzini, al 52’25’’, e a Zangger, al 55’40’’, chiudere i conti e sancire il definitivo 6-2 finale in favore del Lugano.

Da segnalare che il Rapperswil ha dovuto fare a meno del proprio top scorer, Roman Cervenka, dall’inizio del secondo tempo fino alla fine della partita.

Tabellino:

HC Lugano-SC Rapperswil-Jona Lakers 6-2 (1-1) (1-0) (4-1)
Reti:
03’54’’ Suri (Walker) 1-0; 10’29’’ Schweri (Lehmann, Nyffeler, in 5 c. 4) 1-1; 22’59’’ Lajunen (Bürgler, Arcobello, in 5 c. 4) 2-1; 41’54’’ Loeffel (Fazzini, Herburger) 3-1; 42’03’’ Profico 3-2; 42’43’’ Bürgler (Arcobello, Boedker) 4-2; 52’25’’ Fazzini (Bertaggia) 5-2; 55’40’’ Zangger (Sannitz, Morini) 6-2
Arbitri: Wiegand e Tscherrig (D. Schlegel e Burgy)
Penalità: 6x2’ contro Lugano; 4x2’ contro Rapperswil
Lugano:
Schlegel; Heed, Wellinger; Loeffel, Chiesa; Nodari, Wolf; Riva; Bürgler, Arcobello (C), Boedker; Walker, Lajunen, Suri; Fazzini, Herburger, Lammer; Morini, Sannitz, Bertaggia; Zangger; Allenatore: Pelletier
Rapperswil-Jona: Nyffeler; Egli, Randegger; Vukovic, Jelovac; Sataric, Maier; Dufner, Scheidegger; Clark, Cervenka, Moses; Lehmann, Rowe (C), Eggenberger; Schweri, Profico, J. Wick; Forrer, Wetter, Loosli; Allenatore: Gällstedt
Note: premiati Lajunen e Rowe

Gli altri risultati di serata:
Zugo-Berna 4-2
Friborgo-Ginevra-Servette 2-1
Losanna-Zurigo 3-2 ds

  • 1