Pioggia di reti per il Lugano
I sottocenerini, letali in superiorità numerica, infliggono un netto 8-4 al Losanna
di Thomas Schürch
Pioggia di reti per il Lugano
© CdT/Gabriele Putzu

Dopo la vittoria di ieri nel derby, arriva il secondo successo in 24 ore per il Lugano. La squadra di McSorley espugna la Vaudoise Arena imponendosi per 8-4 e scavalca in classifica proprio il Losanna.

Efficace il powerplay bianconero
Nella prima frazione i ticinesi si fanno preferire dal punto di vista dei tiri in porta e sbloccano il punteggio al 10’32’’ in superiorità numerica: la conclusione di Herren si stampa sul palo e Josephs ribadisce il disco in rete da due passi. Gli uomini di McSorley ottengono poi anche il punto del raddoppio al 16’36’’, ancora a cinque contro quattro. Il marcatore è Arcobello, che finalizza una bella combinazione orchestrata da Alatalo e Josephs. Dopo venti minuti il parziale è di 0-2.

I ticinesi scappano
Nel periodo centrale i bianconeri trovano due volte la via del gol nei primi 04’23’’, con Fazzini (in powerplay) e Arcobello, che sfrutta un errore della retroguardia losannese per battere Boltshauser. Boltshauser che a questo punto lascia il posto al giovane Uberti.

I vodesi provano a rifarsi sotto e accorciano le distanze grazie al punto messo a segno da Kenins al 26’27’’. Trascorrono però 02’39’’ e gli ospiti allungano nuovamente; Loeffel va alla conclusione dal suo terzo di difesa e sorprende Uberti, ingannato anche dai rimbalzi del ‘puck’ sul ghiaccio. Superata la boa di metà partita, sono Emmerton da una parte e Hudacek dall’altra ad andare in gol. La seconda frazione si chiude sul punteggio di 2-6.

Ultime emozioni
La compagine di McSorley incrementa ulteriormente il proprio vantaggio al 01’26’’ dell’ultimo terzo grazie a Herburger (in rete, anche lui, in situazione di cinque contro quattro). Per i padroni di casa vanno poi a segno Almond e Baumgartner. L’ultima emozione della serata la propone quindi Vedova, che realizza il suo primo gol in regular season e sancisce il definitivo 8-4 in favore del Lugano.

Tabellino:

Losanna HC-HC Lugano 4-8 (0-2) (2-4) (2-2)
Reti:
10’32’’ Josephs (Herren, Arcobello, in 5 c. 4) 0-1; 16’36’’ Arcobello (Josephs, Alatalo, in 5 c. 4) 0-2; 21’34’’ Fazzini (Herburger, in 5 c. 4) 0-3; 24’23’’ Arcobello 0-4; 26’27’’ Kenins (Genazzi, Fuschs) 1-4; 29’06’’ Loeffel (Herren) 1-5; 31’19’’ Emmerton 2-5; 34’47’’ Hudacek (Alatalo) 2-6; 41’26’’ Herburger (Boedker, Fazzini, in 5 c. 4) 2-7; 44’32’’ Almond 3-7; 47’53’’ Baumgartner (Genazzi) 4-7; 54’46’’ Vedova (Riva) 4-8
Arbitri:
Stricker e Borga (Huguet e Obwegeser)
Losanna: Boltshauser (Uberti dal 24’23’’); Glauser, Gernat; Heldner, Frick (C); J. Krueger, Genazzi; Holdener; Frolik, Emmerton, Sekac; Bertschy, Fuchs, Kenins; Maillard, Jäger, Bozon; Douay, Baumgartner, Almond; Allenatore: Fust
Lugano: Fatton; Loeffel, Müller; Alatalo, Riva; Wolf, Chiesa; Guerra; Fazzini, Arcobello (C), Herren; Bertaggia, Josephs, Hudacek; Morini, Herburger, Boedker; Vedova, Walker, Stoffel; Traber; Allenatore: McSorley

Gli altri risultati di serata:
Ambrì-Piotta-Ginevra-Servette 2-3
Berna-Zurigo 6-1
Davos-Friborgo 0-2
Langnau-Ajoie 8-2
Zugo-Bienne 4-3

Classifica Lna:
1. Friborgo 24/51; 2. Zugo 24/49; 3. Davos 24/49; 4. Bienne 25/45; 5. Rapperswil 25/45; 6. Zurigo 21/36; 7. Berna 24/34; 8. Ambrì-Piotta 25/32; 9. Lugano 26/32; 10. Losanna 22/30; 11. Servette 25/27; 12. Langnau 25/23; 13. Ajoie 24/18

  • 1