Lugano, la rimonta frutta un punto
I bianconeri, dopo aver recuperato due reti, sono stati sconfitti all’overtime
Redazione
Lugano, la rimonta frutta un punto
© CdT/Gabriele Putzu

Un punto in casa della capolista per il Lugano. Gli uomini di Pelletier, con Schlegel tra i pali, sono stati superati per 3-2 dallo Zugo all’overtime.

Tori in vantaggio
Parte subito forte lo Zugo, che nei minuti iniziali colpisce per due volte i ferri della gabbia luganese, prima con Geisser e poi con Simion (palo esterno). I tori mantengono alta la pressione, mentre l’occasione migliore del Lugano capita a Bürgler, che da buona posizione non riesce però ad angolare il tiro. A metà della prima frazione i bianconeri sono quindi costretti a rinunciare a Suri, punito con una penalità di partita per una carica alla testa ai danni di Gross. Nello stesso momento lo Zugo viene sanzionato per cambio scorretto e in situazione di quattro contro quattro gli svizzero centrali spezzano l’equilibrio grazie a Kilngberg, che risolve una mischia davanti a Schlegel spedendo il disco in porta. La reazione dei ticinesi è affidata a Boedker, il cui tentativo termina però a lato. I primi venti minuti si chiudono così sul risultato di 1-0.

Lo Zugo allunga, il Lugano rimonta
Nella seconda frazione i bianconeri provano a farsi vedere maggiormente in attacco e si costruiscono una buona opportunità con Haussener. Per i padroni di casa è invece Simion ad andare vicino al gol in ‘powerplay’. Tocca quindi a Shore, al 32’40’’, siglare il punto del 2-0 ribadendo in rete una corta respinta di Schlegel. Gli ospiti non crollano e dimezzano lo scarto appena venti secondi dopo grazie alla conclusione di Wellinger. Gli uomini di Pelletier sfruttano poi una superiorità numerica per segnare il gol del 2-2 al 36’52’’. Il marcatore è Arcobello, abile ad arrivare per primo su un disco non trattenuto da Genoni. I tori non ci stanno e tentano subito di riportarsi in vantaggio con Klingberg, che colpisce il terzo palo di serata per gli uomini di Tangnes. Le due squadre vanno dunque alla seconda pausa sul punteggio di 2-2.

Nel terzo periodo, nonostante alcune occasioni da una parte e dall’altra, il risultato non cambia e la partita prosegue così all’overtime. Overtime deciso dal gol di Shore al 61’45’’, che permette allo Zugo di imporsi per 3-2.

Tabellino:

EV Zugo-HC Lugano 3-2 ds (1-0) (1-2) (0-0) (1-0)
Reti:
11’33’’ KIingberg (Shore, in 4 c. 4) 1-0; 32’40’’ Shore 2-0; 33’02’’ Wellinger (Heed, Arcobello) 2-1; 36’52’’ Arcobello (Haussener, in 5 c. 4) 2-2; 61’45’’ Shore (Klingberg) 3-2
Arbitri:
Hebeisen e Salonen (Obwegeser e Kehrli)
Penalità: 5x2’ contro Zugo; 5x2’ e 5’ più penalità di partita (Suri) contro Lugano
Zugo:
Genoni; Diaz (C), Gross; Schlumpf, Stadler; Geisser, Alatalo; Cadonau; Klingberg, Kovar, Simion; Leuenberger, Albrecht, Zehnder; Martschini, Schore, Thorell; Langenegger, Senteler, Bachofner; Allenatore: Tangnes
Lugano: Schlegel; Heed, Wellinger; Loeffel, Chiesa; Nodari, Wolf; Antonietti; Bürgler, Arcobello, Boedker (C); Walker, Lajunen, Suri; Fazzini, Herburger, Bertaggia; Lammer, Sannitz, Haussener; Traber; Allenatore: Pelletier


Risultati dalle altre piste:
ZSC Lions-Ginevra-Servette 3-4 ds
Berna-Davos 1-2

Classifica Lna:
1. Zugo 36/81; 2. Zurigo 37/68; 3. Friborgo 37/65; 4. Lugano 36/59; 5. Losanna 28/56; 6. Davos 38/56; 7. Ginevra 31/54; 8. Bienne 35/53; 9. Rapperswil 38/42; 10. Ambrì-Piotta 33/34; 11. Langnau 36/27; 12. Berna 29/26

  • 1