Lombardi: “Siamo molto preoccupati”
Così il presidente HCAP sull’eventualità che il campionato potrebbe fermarsi fino gennaio
di ls
Lombardi: “Siamo molto preoccupati”

L’hockey in Svizzera continuerà almeno fino al 2 novembre, indipendentemente dal numero di spettatori autorizzati dai Cantoni (a Berna le autorità hanno deciso di limitare a 1000 il numero massimo di spettatori, così come a Basilea città). Ma c’è grande incertezza per il futuro. La National League sta infatti aspettando eventuali decisioni del Consiglio federale mercoledì prossimo prima di decidere un eventuale interruzione. Ma anche singoli club potrebbero spingere per una sospensione visto il limite degli spettatori. Una situazione che preoccupa il presidente dell’HCAP Filippo Lombardi.

“Illudersi che a gennaio sia meglio mi sembra pericoloso”
“Non so cosa succederà, siamo molto preoccupati, il campionato potrebbe fermarsi fino a gennaio” ha dichiarato questa sera durante la trasmissione Fuorigioco, riferendosi alla proposta lanciata dal presidente del Friborgo di sospendere tutto fino all’inizio del prossimo anno. “Da una parte alcuni Cantoni potrebbero seguire l’esempio di Berna, diminuendo il numero di spettatori, dall’altra parte i grandi club sono più in difficoltà di noi perché dipendono dal grande pubblico e per loro sarebbe meglio fermare il tutto o sospendere fino a gennaio. L’idea che ha lanciato furbescamente il presidente del Friborgo potrebbe quindi trovare qualche adepto. Ma credo che non ci si si renda conto dei rischi di ciò che comporta. Illudersi che a gennaio sia meglio che a novembre mi sembra pericoloso. Non vedo bene come possa funzionare un’interruzione, anche perché i contratti dei giocatori in scadenza termineranno il 30 aprile e sarebbe difficile continuare a giocare fino a giugno”.

Loading the player...
  • 1