La Svizzera rialza subito la testa
I rossocrociati infliggono un secco 8-1 alla Slovacchia e conquistano la terza vittoria del loro Mondiale
di Thomas Schürch
La Svizzera rialza subito la testa
Screenshot Rsi Sport

Reazione immediata da parte della Svizzera. La compagine di Fischer, con Berra in porta e alcune modifiche nel lineup, si lascia alle spalle la sconfitta patita contro la Svezia e supera la Slovacchia con un perentorio 8-1.

Diaz spezza l’equilibrio
È la Slovacchia a farsi vedere per prima in avanti con Gernat, il cui tiro termina a lato di poco. Al settimo minuto la selezione rossocrociata beneficia di cinque minuti di superiorità numerica: Pospisil colpisce duramente Ambühl alla balaustra e riceve una penalità di partita. Nel corso del successivo powerplay, gli svizzeri rischiano di capitolare a causa di un disco perso da Berra. Scampato il pericolo, gli uomini di Fischer si portano in vantaggio al 09’47’’ grazie alla conclusione (deviata) di Diaz. Subito dopo è Hischier a rendersi pericoloso. Ristabilta la parità numerica, il gioco prosegue a ritmo veloce e sul fronte slovacco ci provano Kelemen e Gernat. Sono le ultime emozioni della prima frazione, che termina sul parziale di 1-0 in favore dei rossocrociati.

La Svizzera scava il solco...
In avvio di periodo centrale Diaz e compagni trovano subito la via del gol in powerplay con Andrighetto, la cui sassata dalla blu trafigge Hudacek. La squadra di Ramsay, chiamata a reagire, sfiora immediatamente la rete, ma la conclusione di Hrivik termina sul palo. Sono quindi gli svizzeri ad andare nuovamente a segno al 25’17’’. Il marcatore è Loeffel, abile nella circostanza a sfruttare una mischia davanti alla porta avversaria. La compagine rossocrociata sfiora poi anche il quarto punto di giornata con Untersander, che al rientro da una penalità colpisce il ferro alla sinistra di Hudacek. Il gol del 4-0 è comunque solo rimandato e viene siglato da Hofmann al 36’11’’.

....e dilaga
Dopo appena 38 secondi nel periodo conclusivo la Svizzera realiza il 5-0 in situazione di cinque contro quattro grazie alla deviazione sotto misura di Meier. Sono poi Kurashev da una parte e Kristof dall’altra a trovare la via della rete. Nel corso di un powerplay da cinque minuti, ci pensano dunque Hofmann e Loeffel (doppietta per entrambi) a firmare i due gol che sanciscono il definitivo 8-1 in favore della compagine rossocrociata.

Tabellino:

Svizzera-Slovacchia 8-1 (1-0) (3-0) (4-1)
Reti: 9’47’’ Diaz (Hofmann, in 5 c. 4) 1-0; 21’37’’ Andrighetto (Diaz, in 5 c. 4) 2-0; 25’17’’ Loeffel (Scherwey, Bertschy) 3-0; 36’11’’ Hofmann (Corvi, Loeffel) 4-0; 40’38’’ Meier (Alatalo, Kurashev, in 5 c. 4) 5-0; 44’34’’ Kurashev (Untersander, Ambühl) 6-0; 45’12’’ Kristof (Cehlarik) 6-1; 52’39’’ Hofmann (Ambühl, Andrighetto, in 5 c. 4) 7-1; 54’03’’ Loeffel (J. Moser, Bertschy, in 5 c. 4)
Arbitri:
Frano e Gouin (Constantineu e Oliver)
Penalità: 4x2’ contro Svizzera; 5x2’ e 2x20’ (Pospisil e Rosandic) contro Slovacchia
Svizzera: Berra; Diaz (C), Geisser; Untersander, J. Moser; Loeffel, Siegenthaler; Alatalo; Simion, Corvi, Hofmann; Ambühl, N. Hischier, Kurashev; Meier, Vermin, Andrighetto; Bertschy, Scerwey, Mottet; Herzog; Allenatore: Fischer
Slovacchia: Hudacek; Gernat, Rosandic; Nemec, Daloga; Knazko, Janosik; Gachulinec, Ivan; Cehlarik, Hrivik, Lantosi; Holesinsky, Kristof, Pospisil; Studenic, Roman, Kelemen; Skalicky, Sukel, Liska; Allenatore: Ramsay
Note: premiati Andrighetto e Kristof

L’altro risultato del pomeriggio:
Gruppo B:
Stati Uniti-Lettonia 4-2

Classifica Gruppo A:
1. Svizzera 4/9; 2. Slovacchia 4/9; 3. Russia 4/9; 4. Danimarca 4/5; 5. Gran Bretagna 4/4; 6. Bielorussia 4/4; 7. Svezia 3/3; 8. Repubblica Ceca 3/2
Classifica Gruppo B:
1. Germania 4/9; 2. Stati Uniti 4/9; 3. Finalndia 3/7; 4. Kazakistan 4/7; 5. Lettonia 4/7; 6. Canada 4/3; 7. Norvegia 4/3; 8. Italia 3/0

  • 1