La Germania elimina la Svizzera
I rigori condannano i rossocrociati, che mancano l’approdo alla semifinale
di Thomas Schürch
La Germania elimina la Svizzera
Screenshot Rsi Sport

Si chiude ai quarti di finale l’avventura della Svizzera ai Mondiali di Riga. Gli uomini di Fischer, avanti 2-1 fino a 44 secondi dalla fine, vengono sconfitti dalla Germania ai rigori.

La sblocca Untersander
La Germania inizia la partita con piglio aggressivo, disturbando la manovra dei rossocrociati. La Svizzera però è paziente e aumenta gradualmente il proprio ritmo, creandosi una buona occasione con Hofmann, autore di una pregevole azione personale. E al 15’17’’ gli uomini di Fischer riescono a portarsi in vantaggio grazie a Untersander, imbeccato da un perfetto assist di Alatalo. La prima frazione si chiude dunque sul parziale di 1-0 in favore della compagine elvetica.

Cambia il punteggio, non la sostanza
Nella seconda frazione la Svizzera continua a farsi preferire e, malgrado un invitante cinque contro tre non sfruttato, Diaz e compagni ottengono il punto del raddoppio al 33’26’’: Scherwey recupera il disco all’interno del proprio terzo e imposta l’azione di contropiede. Lo stesso Scherwey pesca poi Herzog tutto solo nello slot, permettendo all’attaccante del Davos di siglare la rete del 2-0. La Germania però non ci sta e dimezza lo scarto quattro minuti dopo. Il marcatore è Kühnhackl, a segno al termine di un’insistita azione della squadra tedesca. Al momento della seconda sirena i rossocrociati sono quindi avanti 2-1.

Si va ai rigori
Nella terza frazione la Svizzera riesce a portare la rete di vantaggio fino alle battute conclusive, ma è costretta a capitolare a 44 secondi dal 60esimo sul tiro di Gawanke. La sfida prosegue così all’overtime, dove nessuna delle due compagini riesce a trovare lo spunto vincente. Il verdetto è dunque rimandato ai rigori. Rigori che premiano la Germania, a segno con Kahun e Noebels, a fronte dell’unica realizzazione svizzera siglata da Meier.

Sorridono gli Stati Uniti
Nell’altro quarto di finale del pomeriggio, gli Usa superano agevolmente la Slovacchia con un perentorio 6-1. I nordamericani chiudono il discorso già nella prima frazione, trovando per tre volte la via del gol nello spazio di sei minuti, a cavallo tra il 13’08’’ e il 19’30’’. Le reti portano le firme di Boyle, Blackwell e Garland. Nel periodo centrale entrambe le squadre vanno a segno, rispettivamente con Cehlarik e Blackwell, autore di una doppietta. Nella terza frazione i punti di Chmelevski e Garland sanciscono il definitivo 6-1 in favore della Nazionale a stelle e strisce.

Tabellino:

Svizzera-Germania 2-3 dr (1-0) (1-1) (0-1) (0-0)
Reti:
15’17 Untersander (Alatalo, Kurashev) 1-0; 33’26’’ Herzog (Scherwey, Bertschy) 2-0; 37’23’’ Kühnhackl (Rieder, Nowak) 2-1; 59’16’’ Gawanke (Kahun, Noebels). La sequenza dei rigori: Corvi (S) parato, Plachta (G) parato, Andrighetto (S) parato, Krammer (G) alto, Meier (S) gol! Kahun (G) gol!, Ambühl parato, Reichel (G) parato, Hofmann (S) parato, Noebels (G) gol!
Arbitri:
Ansons e Romasko (Lazarev e Shalagin)
Penalità: 1x2’ e 2’+10’ (Plachta) contro Germania
Svizzera: Genoni; Untersander, J. Moser; Diaz (C), Müller; Loeffel, Siegenthaler; Alatalo; Ambühl, N. Hischier, Kurashev; Simion, Corvi, Hofmann; Meier, Vermin, Andrighetto; Herzog, Bertschy, Scherwey, Rod; Allenatore: Fischer
Germania: Niederberger; Seider, M. Müller; Holezr, J. Müller; Nowak, Wagner; Gawanke; Pfoderl, Reichel, Noebels; Plachta, Kahun, Eisenschmid; Rieder, Loibl, Kuhnhackl; Peterka, Kastner, Krammer; Allenatore: Soderholm

  • 1