Il Lugano strappa un punto in Finlandia
Il Tappara Tampere si impone 3-2 ai tempi supplementari
di Thomas Schürch
Il Lugano strappa un punto in Finlandia
© CdT/ Chiara Zocchetti

Il Lugano torna con un punto da Tampere. Impegnati contro il Tappara nel quarto incontro di Champions Hockey League, gli uomini di McSorley, sotto di due reti a metà partita, vengono superati per 3-2 ai supplementari.

Meglio i padroni di casa
I finlandesi iniziano bene e mettono sotto pressione Schlegel, chiamato a compiere un doppio intervento, prima su Rauhala e poi su Levtchi. L’estremo difensore bianconero però non può nulla al 06’25’’, quando Jürgens finalizza un rapido contropiede e permette al Tappara di portarsi in vantaggio. Trovato l’1-0, i padroni di casa continuano a farsi preferire e a mettere sotto pressione la retroguardia ticinese.

Nel finale della prima frazione il Lugano riesce a scuotersi e a costruirsi una buona opportunità con Herburger, il cui tentativo viene vanificato da un ottimo intervento di Heljanko. Dopo venti minuti il parziale è dunque di 1-0.

Sempre un gol di differenza
Rientrate sul ghiaccio, le due squadre danno vita a un secondo tempo più fisico e caratterizzato da diversi duelli. Sono quindi gli uomini di Tapola a trovare la via del gol in powerplay al 28’18’’: una pregevole combinazione sull’asse Levtchi-Merelä-Vanhatalo permette a quest’ultimo di andare a segno. I nordici hanno poi l’occasione di allungare ulteriormente, ma Schlegel para il rigore di Peltola e il punteggio rimane fermo sul 2-0.

Nel prosieguo del periodo centrale i finlandesi insistono e vanno più volte alla conclusione. La compagine sottocenerina però non cede e riesce ad accorciare le distanze al 39’44’’ grazie a Riva, favorito nella circostanza dal caparbio lavoro di Arcobello e Carr. La seconda frazione si chiude sul 2-1.

Riva manda tutti all’overtime
Nel terzo periodo il Tappara riesce a portare il minimo vantaggio fino alle battute conclusive della sfida, ma è costretto a capitolare a soli 47 secondi dalla terza sirena: Riva sigla infatti il punto del pareggio in situazione di sei contro cinque. Il verdetto è dunque rimandato all’overtime. Overtime deciso dalla rete di Austin in powerplay al 62’38’’, che consente al Tappara di imporsi per 3-2.

Tabellino:

Tappara Tampere-HC Lugano 3-2 ds (1-0) (1-1) (0-1) (1-0)
Reti:
06’25’’ Jürgens (Salonen) 1-0; 28’18’’ Vanhatalo (Merelä, Levtchi, in 5 c. 4) 2-0; 39’44’’ Riva (Carr, Arcobello, in 4 c. 4) 2-1; 59’13’’ Riva (Arcobello, Alatalo, in 6 c. 5) 2-2; 62’38’’ Austin (Kuusela, Virta, in 5 c. 4) 3-2
Arbitri:
Heikkinen e Kaukokari (Nikulainen e Sormunen)
Penalità: 3x2’ contro Tappara; 7x2’ contro Lugano
Tappara Tampere: Heljanko; Tuulola, Vittasmäki; Seppälä, Austin; Kinnunen, Jürgens; Hamara, Salminen; Kuusela, Rauhala (C), Levtchi; Peltola, Platzer, Salonen; Merelä, Virta, Bertrand; Vanhatalo, Moilanen, Puhakka; Allenatore: Tapola
Lugano: Schlegel; Alatalo, Riva; Loeffel, Müller; Chiesa, Guerra; Nodari, Wolf; Fazzini, Arcobello (C), Carr; Boedker, Morini, Herburger; Bertaggia, Thürkauf, Josephs; Traber, Tschumi, Walker; Allenatore: McSorley

L’altro risultato del Gruppo E:
Skelleftea AIK-Eisbären Berlin 5-3

Classifica Gruppo E:
1. Tappara Tampere 4/10; 2. Lugano 4/7; 3. Skelleftea AIK 4/6; 4. Eisbären Berlin 4/1

  • 1