Il Lugano esce dalla Coppa
Si conclude agli Ottavi il cammino dei bianconeri, estromessi da un gol di Noreau all’overtime
Redazione
Il Lugano esce dalla Coppa
Foto Putzu

Il Lugano è costretto di nuovo a dire addio alla Coppa allo stadio degli ottavi di finale.
Passati in vantaggio con Fazzini all’ 8’29’’ in superiorità numerica, i bianconeri sfruttano un ulteriore powerplay all’inizio della seconda frazione per portarsi sul 2-0. Il marcatore è Boedker, servito proprio dal numero 17. La doccia fredda per il Lugano arriva però poco dopo, quando l’ex Pettersson realizza una doppietta nel giro di tre minuti, riportando la situazione in parità. Dopo i primi quaranta minuti il punteggio è quindi di 2-2.

Il terzo parziale scivola via senza che nessuna delle due squadre riesca a trovare il punto decisivo e così il verdetto viene rimandato all’overtime. Overtime deciso da Noreau al 64’43’’.

Tabellino:

HC Lugano-ZSC Lions 2-3 ds (1-0), (1-2), (0-0) (0-1)
Reti: 8’29’’ Fazzini (Bürgler, in 5 c. 4) 1-0; 23’44’’ Boedker (Fazzini, in 5 c. 4) 2-0; 26’21’’ Pettersson (Roe) 2-1; 29’22’’ Pettersson (Noreau, Hollenstein) 2-2; 64’43’’ Noreau (Andrighetto) 2-3
Arbitri: Hebeisen e Piechaczek (Obwegeser e Burgy)
Penalità: 1x2 contro Lugano, 2x2 contro Zurigo
Lugano:
Schlegel; Heed, Riva; Loeffel, Wellinger; Nodari, Chiesa; Bertaggia, Wolf; Boedker, Arcobello Fazzini; Bürgler, Kurashev, Carr; Walker, Morini, Suri; Romanenghi, Herburger, Lammer; Allenatore: Pelletier
Zurigo Lions: Flüeler; Noreau, Marti; P. Baltisberger, Geering; Trutmann, Berni; C. Baltisberger, Roe, Andrighetto; Sigrist, Rossi, Suter; Pettersson, Krüger, Hollenstein; Prassl, Schäppi, Pedretti; Wick; Allenatore: Grönborg
Note: Cornèr Arena, 50 spettatori

  • 1