Il Losanna interrompe la marcia del Lugano
I vodesi espugnano la Cornèr Arena e consolidano il secondo posto in classifica
Redazione
Il Losanna interrompe la marcia del Lugano
© CdT/Gabriele Putzu

Si ferma a otto la strisica di vittorie consecutive del Lugano. Gli uomini di Pelletier, con Schlegel tra i pali, sono stati infatti superati 3-1 in casa dal Losanna. Decisive le reti trovate da Bozon, Almond e Bertschy nel periodo centrale.

Herburger apre le marcature
Pronti via e per il Losanna ci prova subito Malgin, la cui conclusione termina a lato. Il primo squillo bianconero è invece affidato a Morini, che impegna l’estremo difensore vodese con un doppio tentativo. Tocca poi a Emmerton farsi vedere in avanti, ma il canadese centra il palo. Il Lugano trova quindi la via del gol al 12’47’’: su azione di ripartenza, Wolf va al tiro, Boltshauser respinge e Herburger insacca da due passi. Gli uomini di Pelletier continuano a premere e si rendono pericolosi con Arcobello. La reazione degli ospiti è invece affidata a Gibbons, che non riesce però a superare Schlegel da buona posizione. La prima frazione si chiude dunque sul risultato di 1-0.

Il Losanna ribalta la situazione
In avvio di periodo centrale i ticinesi sfiorano la rete del 2-0, colpendo un palo con Boedker. Tocca poi ai vodesi trovare la via del gol. Gol annullato però dagli arbitri poiché realizzato da Jooris utilizzando il pattino. Nel prosieguo di partita il Losanna prende gradualmente in mano il controllo delle operazioni e acciuffa il pareggio al 26’11’’ grazie a Bozon. Seguono alcune penalità da ambo le parti, ma nessuna delle due squadre riesce ad approfittarne. Sono quindi i vodesi ad andare a segno al 33’27’’: il marcatore è Almond, servito nell’occasione da Bozon. I romandi superano quindi senza conseguenze un’inferiorità numerica ed è Bertschy, al rientro proprio da una penalità, a realizzare la rete dell’1-3 a 01’20’’ dalla seconda pausa. Dopo quaranta minuti gli uomini di MacTavish sono dunque avanti di due lunghezze.

Nel terzo periodo i bianconeri non riescono a scardinare la retroguardia avversaria e la sfida termina quindi 3-1 in favore del Losanna.

Tabellino:

HC Lugano-Losanna HC 1-3 (1-0) (0-3) (0-0)
Reti:
12’47’’ Herburger (Wolf, Lammer) 1-0; 26’11’’ Bozon (Almond, Frick) 1-1; 33’27’’ Almond (Bozon, Krakauskas) 1-2; 38’40’’ Bertschy 1-3
Arbitri:
Salonen e Nikolic (Obwegeser e Progin)
Lugano: Schlegel; Heed, Wellinger; Loeffel, Chiesa; Nodari, Wolf; Antonietti; Bürgler, Arcobello, Boedker (C); Fazzini, Morini, Suri; Lammer, Herburger, Josephs; Zangger, Sannitz, Haussener; Walker; Allenatore: Pelletier
Losanna: Boltshauser; Grossmann, Barberio (C); Heldner, Frick; Krüger, Genazzi; Schneeberger; Jooris, Malgin, Almond; Bozon, Gibbons, Hudon; Bertschy, Emmerton, Kenins; Jäger, Froidevaux, Douay; Krakauskas; Allenatore: MacTavish

Gli altri risultati di giornata:
Friborgo-Langnau 6-2
Zurigo-Ambrì-Piotta 4-2
Zugo-Davos 4-2

Classifica Lna:
1. Zugo 49/113; 2. Losanna 48/86; 3. Friborgo 49/87; 4. Lugano 49/86; 5. Zurigo 49/84; 6. Ginevra 47/78; 7. Bienne 46/75; 8. Davos 49/74; 9. Berna 48/56; 10. Rapperswil 48/53; 11. Ambrì-Piotta 49/47; 12. Langnau 49/31

  • 1