Heed regala il successo al Lugano
Una rete dello svedese permette ai bianconeri di superare il Friborgo all’overtime
di Thomas Schürch
Heed regala il successo al Lugano
© CdT/ Chiara Zocchetti

Vittoria all’ultimo respiro per il Lugano. Gli uomini di Pelletier, con Schlegel tra i pali, si impongono 3-2 ai supplementari contro il Friborgo. Decisivo il gol realizzato da Tim Heed a un secondo dal 65esimo. Per i bianconeri si tratta dell’ottavo successo consecutivo.

Desharnais all’ultimo
Parte forte il Lugano, che si fa subito vedere in avanti con Bertaggia. I bianconeri mantengono alta la pressione nelle prime fasi di gioco e vanno anche vicini al gol, senza riuscire però a superare Hughes. Con il passare dei minuti il Friborgo cresce, e Chavaillaz e Di Domenico si rendono pericolosi. A un minuto dalla fine del primo tempo, ecco l’espisodio che spezza l’equilibrio: Bertaggia colpisce il palo, i burgundi ripartono e segnano il gol d’apertura con Desharnais, lesto a ribadire in rete una respinta di Schlegel. Dopo venti minuti i romandi sono quindi avanti 1-0.

Situazione di parità
In avvio di secondo periodo è Arcobello ad andare al tiro. Gli uomini di Pelletier sfruttano quindi il primo ‘powerplay’ a disposizione per siglare il punto dell’aggancio al 24’36’’. Il marcatore è Herburger, imbeccato perfettamente da un preciso assist di Bürgler. Ristabilita la parità, sono Desharnais da una parte e Bertaggia dall’altra a rendersi pericolosi. A metà partita il Gottéron riesce a riportarsi in vantaggio grazie a Mottet. I ticinesi vanno a caccia del nuovo pareggio e nel finale della frazione beneficiano di due superiorità numeriche ravvicinate. Fazzini centra il palo, ma è solo il preludio alla rete del 2-2, realizzata da Arcobello a meno di un minuto dalla seconda sirena. Dopo 40 minuti le due squadre si trovano dunque in parità.

Heed sulla sirena
Nel terzo periodo, dopo il tentativo iniziale di Mottet, è il Lugano a farsi vedere maggiormente in attacco. Gli spunti di Walker e Lammer non vanno però a buon fine e negli istanti conclusivi il Friborgo sfiora il gol decisivo, colpendo una traversa con Walser. Il risultato però non cambia e la sfida prosegue così all’overtime. E al 64’59’’ è Heed a regalare il successo al Lugano, che si impone quindi per 3-2.

Tabellino:

HC Lugano-Friborgo-Gottéron 3-2 ds (0-1) (2-1) (0-0) (1-0)
Reti:
19’19’’ Desharnais (Bykov, Mottet) 0-1; 24’36’’ Herburger (Bürgler, in 5 c. 4) 1-1; 31’39’’ Mottet 1-2; 39’10’’ Arcobello (Heed, Haussener, in 5 c. 4) 2-2; 64’59’’ Heed (Fazzini) 3-2
Arbitri:
Stricker e Borga (Fuchs e Steenstra)
Penalità: 2x2’ contro Lugano, 4x2’ contro Friborgo
Lugano:
Schlegel; Heed, Wellinger; Loeffel (C), Chiesa; Nodari, Wolf; Antonietti; Boedker, Arcobello, Haussener; Fazzini, Lajunen, Bertaggia; Bürgler, Herburger, Suri; Zangger, Sannitz, Lammer; Walker; Allenatore: Pelletier
Friborgo: Hughes; Gunderson, Chavaillaz; Sutter, Furrer; Kamerzin, Jecker; Abplanalp; Bykov, Desharnais, Mottet; Herren, Walser, Jörg; Sprunger (C), Schmid, DiDomenico; Bougro, Marchon, Jobin; Allenatore: Dubé

Altri risultati di serata:
Zugo-Langnau 3-1
Berna-Zurigo 3-6
Davos-Ginevra 1-4
Losanna-Rapperswil 4-1

  • 1